Giustizia: Fedriga, Regione supporta sistema giudiziario

A breve sarà siglato un nuovo protocollo con il Ministero per supporto attività Tribunale

Trieste, 2 feb - "Sarà sottoscritto a breve un nuovo protocollo di collaborazione tra l'amministrazione del Friuli Venezia Giulia e il ministero della Giustizia attraverso cui mettere a disposizione del Tribunale il personale regionale, attivare l'interscambio di esperienze e apporti conoscitivi e fornire supporto e assistenza per il potenziamento tecnologico. Un atto concreto per contribuire ad affrontare le difficoltà che penalizzano l'apparato organizzativo del sistema giudiziario partendo da un principio che vede nella collaborazione tra le istituzioni locali e le articolazioni dello Stato un modello necessario per superare quegli ostacoli che rischiano di ripercuotersi sulla vita dei cittadini".

A darne conto, oggi, in occasione della cerimonia inaugurale dell'anno giudiziario nell'aula della Corte di Assise del Palazzo di Giustizia a Trieste, è stato il governatore del Friuli Venezia Giulia Massimiliano Fedriga che ha evidenziato come "si tratta di un'azione concreta che testimonia una visione comune improntata a quello spirito di servizio nei confronti del cittadino che deve unire sempre il sistema Pubblico in ogni sua articolazione, affinché la costruzione del futuro rappresenti una sfida contendibile da affrontare con fiducia e ottimismo". Fedriga ha poi rilevato come "nella nostra regione il sistema giudiziario, pur in presenza di criticità come la carenza di organico, garantisce un livello di funzionamento degli uffici che rende il Friuli Venezia Giulia una realtà sicura, affidabile e coesa".

E proprio la sicurezza, l'affidabilità e la coesione sono stati alcuni dei concetti che il governatore ha voluto rimarcare. "La sicurezza per essere percepita deve innanzitutto contare su una collaborazione leale ed efficace tra il sistema giudiziario e le forze dell'ordine, che qui in Friuli Venezia Giulia non è mai venuta meno. Quanto invece all'"affidabilità" di un territorio - ha indicato - non possiamo trascurare la costante vigilanza dell'autorità giudiziaria nei confronti di quelle aree di sviluppo economico dove la criminalità organizzata tenta di inserire i propri interessi: a tal riguardo penso ad esempio alla città di Trieste e ai progetti legati alla crescita del porto e al piano urbanistico del recupero di Porto vecchio dove proprio i controlli messi in atto hanno prevenuto pericolose infiltrazioni".

Sulla coesione sociale il governatore ha ribadito, invece, l'importanza di un sistema capace di difendere i diritti dei cittadini affinché il patto sociale che lega questi ultimi alle istituzioni regga anche di fronte alle crisi che possono colpire la nostra comunità.

Fedriga ha infine manifestato un sentito di ringraziamento per l'operato del Tribunale e di tutti gli operatori della Giustizia per il lavoro che "non senza difficoltà viene svolto ogni giorno nel segno delle parole scolpite nelle aule giudiziarie: la legge è uguale per tutti". ARC/LP/pph



In Evidenza

I più letti della settimana

Torna su
TriestePrima è in caricamento