Giustizia: Serracchiani, Regione aiuterà TAR Friuli Venezia Giulia

Trieste, 18 maggio - La Regione, nel limite delle proprie competenze, aiuterà il Tribunale amministrativo regionale (TAR) del Friuli Venezia Giulia a fronteggiare l'insufficienza di personale. E' quanto emerge dall'incontro di oggi a Trieste tra Debora Serracchiani e Oria Settesoldi, le presidenti delle due istituzioni.

Settesoldi, succeduta meno di tre mesi fa a Umberto Zuballi, ha illustrato le difficoltà che attualmente affliggono il tribunale amministrativo, sottolineando in particolare la scarsa dotazione di mezzi e la necessità di potenziare la struttura organica. A questo proposito Serracchiani ha reso noto di aver recentemente firmato l'atto con cui l'Amministrazione regionale ha concesso, a proprie spese e senza oneri per il TAR, il distacco di un esperto informatico che andrà a rafforzare l'organizzazione interna della Corte. Si tratta di una soluzione prevista dal Protocollo di Giustizia, firmato tra la Regione e il ministero di competenza nel 2015, e già attuata in diverse occasioni a favore dei tribunali di Pordenone e Udine nonché della Procura di Trieste.

Per quanto riguarda il numero ridotto di giudici - attualmente solo 3 - Serracchiani ha invece auspicato che dallo Stato, e in particolare dal Governo, giunga a breve una soluzione che avvalori l'impegno dei TAR. Non c'è dubbio, hanno infatti concordato le due presidenti, che l'efficienza dei tribunali amministrativi regionali italiani è tra le più alte all'interno dell'Unione europea. ARC/PV/ppd
 



In Evidenza

I più letti della settimana

  • Cultura: Gibelli, Teatro Verdi di Pn riprende con spettacoli dal vivo

  • 5 maggio '45: Roberti, caduti di via Imbriani martiri orrore titino

  • Giro d'Italia: Fedriga, evento che contribuisce a ripartenza Fvg

  • Vaccini: Riccardi, ipotizzabile apertura a nuove fasce popolazione

  • Salute: Riccardi, proposte al tavolo nazionale con Medicina generale

  • Covid: Riccardi, ok da Figliuolo a vaccino a personale italiano Aviano

Torna su
TriestePrima è in caricamento