Giustizia tributaria: Scoccimarro, bene crescita fiducia e celerità

Trieste, 11 mar - "E' di fondamentale importanza la crescita del rapporto di fiducia tra l'amministrazione della giustizia tributaria e il cittadino. Il contesto del Friuli Venezia Giulia, grazie al buon lavoro dei giudici provinciali e regionali, è favorevole e al tempo stesso l'auspicio è che l'informatizzazione obbligatoria contribuisca a rendere vieppiù celeri i processi, a tutto vantaggio dei cittadini".

Lo ha affermato a margine dell'inaugurazione dell'Anno giudiziario tributario del Friuli Venezia Giulia l'assessore regionale all'Ambiente ed Energia Fabio Scoccimarro, presente alla cerimonia tenutasi a Trieste nella Sala Tessitori del Consiglio regionale in rappresentanza del governatore Massimiliano Fedriga.

La cerimonia si è incentrata sulla relazione del presidente facente funzione della Commissione tributaria regionale Paolo Amodio, alla presenza di varie autorità tra cui il presidente della Corte di Appello di Trieste Oliviero Drigani e, per la parte delle istituzioni regionali, del consigliere regionale Piero Camber, che ha preso la parola a nome del presidente dell'Assemblea del Friuli Venezia Giulia Piero Mauro Zanin.

Nella sua relazione, Amodio ha rilevato che "il quadro generale del funzionamento della Giustizia Tributaria nella Regione deve essere definito, nel complesso, soddisfacente, al di là delle carenze d'organico".

Per quanto riguarda l'informatizzazione, dall'1 luglio il ricorso al processo tributario telematico per controversie sopra i 3000 euro sarà obbligatorio. Già oggi il Friuli Venezia Giulia è ai vertici in Italia per il numero dei contenziosi depositati digitalmente, secondo quanto ha riferito la rappresentante del ministero dell'Economia e delle Finanze Marzia Capitanio. Peraltro i tempi della giustizia tributaria si confermano i più contenuti di tutti i contenziosi, come ha osservato nel suo intervento il consigliere del Consiglio di presidenza della Giustizia tributaria Luca Varrone. Alcune preoccupazioni di carattere generale sono state infine manifestate dall'Associazione magistrati tributari, per bocca di Federica Romano, da un lato riguardo la carenza di strumentazioni telematiche sia nelle sedi di udienza sia nelle sedi dei giudici, dall'altro riguardo ipotesi di accorpamento triveneto delle sedi di giustizia tributaria. ARC/PPH/ppd



In Evidenza

I più letti della settimana

  • Covid: Fedriga, serve evidenza scientifica su impatto riaperture

  • Salute: Riccardi, dal 2 marzo riparte ortopedia a San Daniele

  • Covid: Riccardi/Roberti, bene adesione vaccinazioni forze dell'ordine

  • Cultura: Gibelli, dal 1/3 15 giorni per domande ristori fondo perduto

  • Carburanti: Scoccimarro, prorogato di un mese super sconto Zona 1

  • Enti locali: Roberti, accordo Comuni Collio dimostra efficacia riforma

Torna su
TriestePrima è in caricamento