Domenica, 21 Luglio 2024
Notizie dalla giunta

Go!2025: Anzil-Zilli-Amirante, soddisfazione per stato dell'arte

Gorizia, 24 lug - Numerosi gli investimenti e i progetti per lo sviluppo non solo di Gorizia ma dell'intero Friuli Venezia Giulia e del vicino territorio di Nova Gorica. Tutti gli attori di Go!2025 hanno saputo raggiungere in modo brillante i traguardi intermedi fissati dal Tavolo di coordinamento. Allo stesso tempo i diversi partner istituzionali hanno confermato il massimo impegno per la crescita strutturale e per la rigenerazione del nostro territorio. Ci stiamo avvicinando alla partenza ufficiale di Nova Gorica Gorizia Capitale europea della Cultura, ora è il momento di accelerare.

Questo il concetto espresso a Gorizia dagli assessori Anzil, Zilli e Amirante che oggi hanno partecipato al Tavolo di coordinamento di Go!2025, convocato per fare il punto sulle iniziative messe in cantiere.

"Questa grande iniziativa è la dimostrazione concreta di come stia cambiando il concetto di confine - ha affermato il vicegovernatore e assessore alla Cultura, Mario Anzil -. Oggi, soprattutto qui in Friuli Venezia Giulia, la parola confine sta perdendo il significato di separazione e di divisione per acquisire invece quello di nuova opportunità".

Nell'annunciare che sono in fase di valutazione anche nuove iniziative in collaborazione con i Ministeri della Cultura e dello Sport, Anzil ha voluto complimentarsi con tutte le realtà coinvolte per lo stato dell'arte della manifestazione presentato oggi.

"Go!2025 - ha detto l'assessore alle Finanze, Barbara Zilli, coordinatrice del Tavolo - ci sta dando l'opportunità di mettere a sistema tutte le anime più qualificate presenti in Friuli Venezia Giulia. Una sfida che stiamo affrontando con grande entusiasmo, giocando di squadra, che produrrà una crescita economica e un maggior benessere per l'intera nostra regione e per il territorio oltreconfine grazie agli interventi sul patrimonio culturale, sulle strutture ricettive, sulla logistica, sulla viabilità, sulle infrastrutture e sulla produzione culturale e artistica".

"Tutti interventi - ha aggiunto Zilli - ispirati dalla volontà di riqualificare il nostro territorio per proiettarci nel futuro. Oltre ad attirare qui un numero importante di persone, attraverso questa iniziativa strategica stiamo facendo infatti un vero e proprio investimento programmatico sui giovani".

"Per Go!2025 il tema dei trasporti riveste un ruolo centrale per l'accessibilità ai siti principali della manifestazione - ha sottolineato l'assessore alle Infrastrutture, Cristina Amirante -. Fondamentale in particolare lo snodo intermodale dell'aeroporto. Edr, Comuni e Fvg Strade stanno lavorando per potenziare l'intero nostro sistema viario, compreso quello per le due ruote".

"L'obiettivo di Go!2025 è quello di rigenerare i due territori di area vasta del Friuli Venezia Giulia e della vicina Slovenia. Trasformazioni sociali ed economiche - ha rimarcato Amirante - che devono consolidarsi nel tempo".

Nel corso della riunione sono stati presentati i numerosi interventi messi in campo dall'Edr di Gorizia: la valorizzazione del Teatro Tenda e manutenzione del Bastione Fiorito (3 milioni di euro di cui 1.620.000 euro di finanziamento Pnrr e 1.380.000 euro di cofinanziamento regionale); il restauro conservativo delle Mura del Castello (3.920.000 euro di cui 1.450.000 euro di finanziamento Pnrr e 2.470.000 euro di cofinanziamento regionale); la manutenzione straordinaria e consolidamento strutturale della Galleria Bombi (2 milioni di euro di cui 950.000 euro di finanziamento Pnrr e 1.050.000 euro di cofinanziamento regionale); la messa in sicurezza dei parapetti in ferro del Castello (400mila euro di finanziamento Pnrr); la riqualificazione dei percorsi del parco del Castello (500mila euro di cui 200mila euro di finanziamento Pnrr e 300mila di cofinanziamento regionale); il restauro di Casa Rassauer (1.100.000 euro di finanziamento Pnrr).

Massicce le misure dell'Edr anche per quanto riguarda la viabilità: la manutenzione straordinaria della pavimentazione stradale SRGO27 (1.500.000 euro di finanziamento regionale; la riqualificazione del I e del II lotto della viabilità per GO!2025 (complessivamente 8 milioni di euro di finanziamento regionale); la riqualificazione del verde delle rotatorie e delle aiuole (200mila euro di finanziamento regionale); la messa in sicurezza SRGO024 Peteano-San Michele 500mila euro di finanziamento regionale); la riqualificazione della rete ciclabile (500mila euro di finanziamento regionale); l'adeguamento normativo per il superamento delle barriere architettoniche e vie d'esodo sede galleria regionale d'arte contemporanea "Spazzapan" a Gradisca d'Isonzo (285mila euro di finanziamento della delegazione comunale); l'adeguamento strutturale del "Museo della civiltà contadina" a Farra d'Isonzo (460mila euro di finanziamento della delegazione comunale).

Considerevoli inoltre gli interventi dell'Ente regionale per il patrimonio culturale della Regione Friuli Venezia Giulia (Erpac): il progetto di rigenerazione urbana in chiave storico/culturale del Parco Basaglia di Gorizia - Primo lotto funzionale (2.053.000 euro); la manutenzione del Punto ristoro del Parco Basaglia (530mila euro); a Borgo Castello la realizzazione di un allestimento permanente della sezione archeologica a Casa Morassi e il riallestimento degli spazi museali (3.800.000 euro); l'adeguamento dell'impianto illuminotecnico di alcune sale di "Palazzo Attems-Petzenstein" (303mila euro).

Fitto poi il programma di iniziative presentate dalla Direzione centrale Cultura e Sport della Regione in collaborazione con Mittelfest, Film Commission, Paff! International Museum of Comic Art, Visavì Gorizia Dance Festival, Teatro Stabile Sloveno di Trieste, Its Arcademy - Museum of Art in Fashion, Kulturni dom di Nova Gorica e Trieste Film Festival.

Sono inoltre in cantiere ulteriori produzioni culturali: un'importante attività espositiva curata dal Comune di Gorizia; la creazione di una colonna sonora originale della Capitale europea della cultura 2025 Nova Gorica-Gorizia; una nuova produzione nel campo della fotografia; un'iniziativa nell'ambito del Premio Letterario Fvg.

Numerosi i progetti anche in capo alla direzione centrale Infrastrutture e Territorio finalizzati a realizzare nuovi servizi per raggiungere l'evento e muoversi tra le due città di Gorizia e Nova Gorica, definendo nuovi servizi di Tpl e risolvendo alcune criticità e utilizzando le potenzialità del Centro di interscambio modale regionale di Trieste Airport anche quale parcheggio scambiatore.

Tra le azioni in cantiere: il miglioramento della connessione tra il nodo di Venezia Mestre e Gorizia; i collegamenti diretti giornalieri ferroviari tra Venezia Mestre e Gorizia/Nova Gorica (treno GO!2025); valutazione di un nuovo servizio ferroviario ad anello tra Udine/Cervignano/Trieste Airport/Ronchi nord/Gorizia/Udine; il miglioramento delle connessioni ferroviarie verso l'Austria (Villach) e verso la Slovenia (via Monfalcone/Villa Opicina); il prolungamento della linea transfrontaliera automobilistica esistente Gorizia-Nova Gorica; il prolungamento fino alla stazione di Nova Gorica del nuovo servizio ferroviario diretto da Venezia Mestre; la definizione collegamenti con navette; valorizzazione dei servizi "treno più bus" e "bici più bus".

Ipotizzato infine un nuovo sistema informativo per la mobilità transfrontaliera e un sistema di sconti per arrivare a GO!2025 con il treno e l'autobus. ARC/RT/pph



In Evidenza

Potrebbe interessarti

Go!2025: Anzil-Zilli-Amirante, soddisfazione per stato dell'arte
TriestePrima è in caricamento