rotate-mobile
Notizie dalla giunta

Go!2025: Fedriga, punto di partenza per nuove opportunità economiche

Gorizia, 24 ago - "La capitale europea della Cultura 2025 comporta investimenti che coinvolgono non solo la città di Gorizia, come la ristrutturazione del Castello recentemente riaperto al pubblico, ma l'intero territorio regionale. Stiamo lavorando a stretto contatto con il Comune di Gorizia e ci stiamo attivando per una serie di eventi collaterali per fare sì che questo appuntamento sia un'occasione per il Friuli Venezia Giulia, per l'Italia e per l'Europa. Gli investimenti che la Regione sta programmando per Go!2025 vogliono dare risalto a un prestigioso riconoscimento ricevuto e, al contempo, essere un punto di partenza per nuove opportunità economiche". Sono le parole del governatore del Friuli Venezia Giulia Massimiliano Fedriga, in visita oggi al Castello di Gorizia al termine degli interventi di riqualificazione avvenuti negli ultimi due anni. Il massimo esponente dell'Esecutivo regionale, assieme al vicegovernatore con delega alla Cultura Mario Anzil e alla presenza, tra gli altri, del sindaco di Gorizia Rodolfo Ziberna, ha visitato gli spazi riaperti al pubblico dallo scorso 1° luglio e ora dotati anche di innovativi strumenti multimediali in grado di offrire al turista un'esperienza multisensoriale. Nell'occasione è stato anche illustrato il complesso di interventi in essere a Gorizia in vista della kermesse del 2025, che oltre all'area del Castello comprendono il giardino delle Milizie, il Bastione fiorito e diverse altre opere tra cui, ad esempio, la Stazione Ferroviaria, il posteggio Casa Rossa, l'ex mercato all'ingrosso di via Boccaccio e la piazza Transalpina. La visita del governatore e del vicegovernatore è proseguita nella sede della Fondazione CariGo, dove è stato allestito il nuovo spazio espositivo per un'esperienza immersiva inerente alla storia di Gorizia. La Fondazione ha inoltre sviluppato il progetto "CariGo Green", dedicato alla valorizzazione sostenibile del Fvg tra itinerari, ciclovie e altre iniziative di turismo interattivo. L'obiettivo è di arricchire l'offerta turistica della Regione promuovendo lo sviluppo di un territorio connesso, innovativo ed ecologico, anche attraverso le sinergie tra settore pubblico e privato. Le proposte inserite nel progetto coinvolgono le aree del Collio e del Carso, le rive dell'Isonzo, la galleria Spazzapan e il museo del monte San Michele. ARC/PAU/gg

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Go!2025: Fedriga, punto di partenza per nuove opportunità economiche

TriestePrima è in caricamento