rotate-mobile
Notizie dalla giunta

GRANDE GUERRA: 24 MAGGIO IN FVG NEL SEGNO DEL RICORDO E DEL SAPERE

Trieste, 19 maggio - Il 24 maggio vedrà convergere in quattro Sacrari del Friuli Venezia Giulia (Oslavia, Redipuglia, Monte San Michele e Prosecco) e in quello di Caporetto, in Slovenia, le manifestazioni commemorative e celebrative della Grande Guerra promosse dalla Regione, dallo Stato Maggiore dell'Esercito e dal Ministero dell'Istruzione, attraverso l'Ufficio Scolastico Regionale, nella ricorrenza dell'entrata dell'Italia nel conflitto (24 maggio 2015).

Il punto sulle celebrazioni è stato fatto oggi al Circolo Ufficiali dell'Esercito di Trieste alla presenza del generale di brigata Alessandro Guarisco, che guida il Comando militare dell'Esercito in Friuli Venezia Giulia, del colonnello Cristiano Maria Dechigi, responsabile dell'Ufficio storico dello Stato maggiore dell'Esercito, e dal professor Valter Goglia dell'Ufficio Scolastico Regionale, con la Regione Friuli Venezia Giulia rappresentata dal direttore del servizio Corregionali all'estero e Integrazione degli immigrati Lucio Pellegrini.

Il percorso de L'Esercito combatte mira a ricostruire, nel solco del Centenario, il ruolo svolto dalla Prima Guerra Mondiale nella creazione di uno spirito identitario e di unità nazionale e vuole ricordare i combattenti che caddero nei teatri di guerra del territorio regionale, teatri che furono decisivi nello scacchiere del conflitto. Allo stesso tempo, gli eventi organizzati in collaborazione con gli istituti scolastici alimentano una riflessione sulle profonde trasformazioni che hanno investito la società italiana a seguito del conflitto, tra le quali il processo di unificazione linguistica, il nuovo ruolo della donna e altri aspetti come la nascita delle specializzazioni mediche.

La commemorazione dei Caduti e la consegna di medaglie commemorative ai familiari, fortemente voluta dalla Regione Friuli Venezia Giulia, sarà uno dei momenti centrali degli omaggi ai Sacrari che avranno inizio, in contemporanea, alle 10.00 del 24 maggio e che prevedono, accanto ai momenti celebrativi con rappresentanze dei reparti che furono impegnati nelle varie località, visite guidate rivolte principalmente agli studenti delle scuole.

Accanto al Sacrario di Oslavia e a quello di Redipuglia, dove saranno presenti le brigate Aosta e Pinerolo, saranno esplorati sul Monte San Michele il museo della Grande Guerra, la galleria della Terza armata, la caverna austriaca del generale Lukachich e lo Schoenburgtunnel, con rappresentanze della Brigata Ariete.

A Caporetto, in territorio sloveno, presente la brigata Taurinense, saranno visitati il Museo, il Sacrario e l'Ossario, con un passaggio sulla linea di difesa italiana, le opere di fortificazione e il ponte di Napoleone. A Prosecco, in provincia di Trieste, l'evento commemorativo e le visite si concentreranno sul Cimitero austro-ungarico "per omaggiare - come ha osservato il colonnello Dechigi - quelli che furono i nostri avversari e oggi sono i nostri amici". Lì sarà presente la Brigata Folgore, con le note del Coro alpino Nino Baldi della sezione ANA di Trieste.

Sono in tutto undici le località italiane interessate dall'iniziativa L'Esercito combatte, che avrà inizio il 21 maggio da Lecce per concludersi a Padova tra il 24 e 25 maggio. È stato evidenziato al Circolo Ufficiali di Trieste che le celebrazioni per la ricorrenza del 24 maggio 1915 sono parte di un'ampia serie di iniziative che lo Stato e la Regione Friuli Venezia Giulia hanno predisposto - sulla base di specifici programmi - a partire dal 2014.

La Regione ha approvato nel 2013 un'apposita legge (n. 11) che prevede una serie di interventi finalizzati a valorizzare il patrimonio storico-culturale della Prima Guerra Mondiale attraverso il recupero della memoria storica e la ricostruzione di vicende storiche, con studi e ricerche storiche di base, la realizzazione di eventi e manifestazioni attinenti ai fatti della Grande Guerra e progetti educativi e didattici a favore degli alunni delle scuole. Gli interventi seguono Bandi pubblici (Bando ricerche; Bando eventi; Bando scuola) con una dotazione finanziaria complessiva, nel triennio 2014-2016, di oltre 2,3 milioni di euro.

Nel 2014 hanno partecipato ai tre Bandi quasi 200 soggetti pubblici e privati: 115 hanno preso ai Bandi ricerche ed eventi del 2015, mentre per il 2016 è stato di recente emanato il Bando scuola (200.000,00 euro) e a breve uscirà il Bando eventi (400.000,00 euro). Parallelamente la Regione Friuli Venezia Giulia ha finanziato programmi di gestione e valorizzazione di beni immobili collegati ai percorsi della Grande Guerra, con finanziamenti pari a 630.000,00 euro nel 2015 e a 250.000,00 del 2016.

Al Circolo Ufficiali di Trieste era presente una folta rappresentanza di studenti del Liceo Artistico Enrico e Umberto Nordio di Trieste. Il progetto L'Esercito combatte vede, infatti, coinvolto il Ministero dell'Istruzione anche con un concorso grafico denominato La Grande Guerra a colori.

Per il Friuli Venezia Giulia le scuole in visita ai Sacrari di Oslavia, Redipuglia, San Michele, Prosecco e Caporetto, sedi delle celebrazioni, partiranno da istituti secondari di primo e secondo grado delle province di Gorizia, Pordenone e Udine.

ARC/PPH/ppd
 



In Evidenza

Potrebbe interessarti

GRANDE GUERRA: 24 MAGGIO IN FVG NEL SEGNO DEL RICORDO E DEL SAPERE

TriestePrima è in caricamento