GRANDI OPERE: BOLZONELLO RICEVE PRESIDENTE ANTICORRUZIONE CANTONE

Trieste, 26 nov - Il presidente dell'Autorità Nazionale Anticorruzione (ANAC) Raffaele Cantone è stato ricevuto oggi nel Palazzo della Regione Friuli Venezia Giulia a Trieste dal vicepresidente Sergio Bolzonello. Erano presenti anche il prefetto di Trieste Francesca Adelaide Garufi, la presidente della Provincia Maria Teresa Bassa Poropat e il sindaco Roberto Cosolini.

In precedenza Cantone, accompagnato anche dal commissario straordinario dell'Autorità Portuale di Trieste Zeno D'Agostino e dal senatore Francesco Russo, ha visitato il Porto Vecchio, definendola "una grande opportunità che, come accade per altri siti italiani, attende un percorso di valorizzazione che troppo spesso viene ostacolato dalla burocrazia".

"Rispetto delle leggi e realizzazione delle opere non sono in contrasto - ha sottolineato il presidente dell'ANAC - ma bisogna cercare di agire preventivamente nel combattere possibili episodi di corruzione. Occorre costruire un percorso di legalità non per bloccare ma per incentivare interventi di grande portata come quello di Porto Vecchio, per i quali ci sono senza dubbio potenziali fragilità e attenzioni anche da parte di soggetti poco limpidi. Ma non per questo bisogna fermarsi: ho riscontrato negli enti interessati una consapevolezza del rischio, presupposto fondamentale per mettere in atto meccanismi di protezione in questo senso, consentendo di portare avanti le opere in tempi ragionevoli".

Bolzonello ha ricordato come "la Regione abbia già avuto modo di collaborare con l'ANAC, conscia del fatto che il fattore reputazionale è di vitale importante per l'operato non solo delle imprese, ma anche della Pubblica Amministrazione. Temi sensibili come gli appalti e l'utilizzo del denaro pubblico necessitano un percorso virtuoso di vigilanza".

"Un concetto che vale ancora di più per un intervento di straordinaria importanza per Trieste e per l'intero Friuli Venezia Giulia come Porto Vecchio, per il quale la Regione si è attivata particolarmente per accelerarne l'iter" ha aggiunto il vicepresidente. "L'obiettivo è quello di raggiungere la riqualificazione dell'area in tempi adeguati mantenendo un'assoluta trasparenza".

Il prefetto Garufi ha puntualizzato come "il tema dell'anticorruzione si leghi in maniera forte con quello dell'antimafia e in questo senso è fondamentale mantenere uno stretto rapporto con l'Autorità non solo per quanto riguarda Porto Vecchio ma per tutte le opere di rilievo, come ad esempio la piattaforma logistica nel Porto Nuovo".

Il sindaco Cosolini ha parlato di "vigilanza collaborativa tra gli enti del territorio e l'ANAC in modo da poter portare avanti al meglio una grande opera strategica per la città e per la regione. È importante attivare da subito un rapporto sinergico per accompagnare tutti i passaggi di un percorso impegnativo, garantendo così ricadute positive per la comunità".

"Per Trieste quella di Porto Vecchio è una sfida per il rilancio economico della città ma anche per la capacità della Pubblica Amministrazione di lavorare in sintonia in un'opera particolarmente complessa", ha aggiunto la presidente Bassa Poropat. "La vigilanza da parte di tutti gli attori pubblici è un elemento necessario per arrivare allo scopo con correttezza e trasparenza".

ARC/RU/RM



In Evidenza

I più letti della settimana

  • Scuola: Rosolen, con zona arancione in aula le medie e 50% superiori

  • Vaccini: Riccardi, in due ore quasi 10mila prenotazioni tra 60-69 anni

  • Vaccinazioni: Riccardi, superate le 22mila adesioni nella fascia 60-69

  • Vaccini: Riccardi, 13/4 agende aperte per inoculazioni palestra Sacile

  • Semplificazione: Callari, ddl snellirà procedimento amministrativo

Torna su
TriestePrima è in caricamento