ICT E E-GOVERNMENT: GIUNTA APPROVA PROGRAMMA TRIENNALE DI SVILUPPO

Trieste, 22 nov - Punta a un'ulteriore ottimizzazione dei servizi, all'evoluzione dei modelli organizzativi e alla riduzione dei costi il Programma triennale per lo sviluppo dell'Information and Communication Technology (ICT), dell'E-Government e delle infrastrutture telematiche della Regione Friuli Venezia Giulia per il periodo 2016-2018, approvato dalla Giunta regionale.

Coinvolti sono la Regione stessa con i suoi uffici, gli Enti locali, i sistemi informativi di una Sanità che per ammodernarsi deve divenire sempre più digitale. Perno della strategia adottata, che aggiorna indirizzi e obiettivi indicati negli anni precedenti, è la riduzione del numero di sistemi informatici in uso e la loro integrazione. Tutto deve poter dialogare, in una logica di efficienza, funzionalità, semplificazione.

Per quanto riguarda la Sanità, l'evoluzione informatica è essenziale per la realizzazione della recente Riforma, che sta riorientando i servizi ai nuovi bisogni di salute. L'integrazione dei dati clinici-assistenziali e sociali, nonché di quelli amministrativi è indicata nel Programma triennale quale presupposto anche per migliorare la continuità delle cure, perché deve essere più facile mettere in relazione strutture e professionisti, anche distanti tra loro.

Nel triennio, oltre a implementare le prenotazioni, i referti e i pagamenti on line, sarà realizzato il fascicolo sanitario elettronico, sarà adottata una cartella clinica medico infermieristica, sarà completata la messa in rete degli studi dei medici di famiglia, sarà concluso il progetto di dematerializzazione delle ricette, non solo per i farmaci ma anche per le prescrizioni di specialistica ambulatoriale. Rientra in questo contesto anche l'avvio, già nel 2016, della Centrale unica del Sistema 118 a Palmanova, secondo le indicazioni del nuovo Piano dell'Emergenza/Urgenza.

La delibera, approvata su proposta della presidente della Regione Debora Serracchiani di concerto con gli assessori regionali alle Infrastrutture Mariagrazia Santoro, alla Salute Maria Sandra Telesca e alle Autonomie locali Paolo Panontin, tra le novità prevede l'attivazione del Centro regionale di Servizi per il Personale che, con l'apporto di Insiel S.p.A., unificherà in un unico programma l'elaborazione degli stipendi dei dipendenti del Comparto unico del pubblico impiego.

I benefici attesi sono sia di natura organizzativa che economica. Un supporto agli Enti locali verrà dato anche nel previsto trasferimento dei dati anagrafici, in possesso dei Comuni, all'Anagrafe Nazionale della Popolazione Residente (ANPR), la banca dati istituita presso il Ministero dell'Interno. Essa permetterà di fruire su tutto il territorio nazionale di alcuni servizi al momento disponibili solo nei Comuni di residenza, quali ad esempio la possibilità di rilasciare una nuova Carta d'Identità in caso di smarrimento.

Nel documento approvato dalla Giunta regionale c'è anche la volontà di rilanciare il Sistema cartografico regionale, con l'obiettivo di migliorare la conoscenza del territorio e dunque favorire le Politiche di Pianificazione. Il Programma triennale è previsto dalla legge regionale 9/2011 che disciplina il Sistema informativo integrato regionale del FVG.

Lo scorso 12 novembre il documento aveva ottenuto il parere favorevole da parte del Consiglio delle Autonomie Locali (CAL).

ARC/PV



In Evidenza

I più letti della settimana

  • Friulano: Roberti, pressing su Governo per più friulano in Rai

  • Finanze: Zilli, investimento Friulia in Bic è strategico e crea volano

  • Banda ultralarga: Fedriga, soddisfazione per completamento rete Fttx

  • Enti locali: Roberti, condividere iter di riforma tributi immobiliari

  • Attività produttive: Bini, 1 mln a Pmi per investimenti tecnologici

  • Vaccini: Fedriga-Riccardi, da domani prenotazioni anche via web

Torna su
TriestePrima è in caricamento