Imprese: Bini, a breve tavoli tematici permanenti con i giovani

Concluso ciclo di incontri preliminari su ddl riforma

Udine, 2 ott - Da un lato la soddisfazione per un confronto ricco di stimoli con il Comitato imprenditoria giovanile della Camera di commercio Pordenone-Udine che, con quello odierno a Udine, ha chiuso il ciclo di incontri organizzati con i portatori di interesse volti ad illustrare la bozza di disegno di legge Sviluppo Impresa; dall'altro la piena disponibilità della Regione a costituire dei tavoli tematici permanenti con i giovani per un confronto puntuale su argomenti di loro interesse.

È questa la sintesi dell'assessore alle Attività produttive del Friuli Venezia Giulia, Sergio Emidio Bini, al termine della riunione svoltasi nella sede della Regione e servita a illustrare i pilastri del ddl oltre a rimarcare la piena disponibilità ad avviare i tavoli tematici permanenti richiesti dal Comitato.

"Un confronto proficuo" ha indicato a margine Bini, ricordando come "l'obbiettivo resta la condivisione. Vogliamo rendere partecipi gli stakeholder sui contenuti del ddl e confermare al gruppo dei giovani delle diverse categorie economiche che rappresentano la volontà di costituire assieme, con un nuovo metodo di lavoro, tavoli di confronto specifici dove affrontare le tematiche più attuali su cui attivare nuove iniziative normative e regolamentari, così da proseguire il percorso di ascolto e condivisione delle istanze del territorio e del mondo economico regionale".

Tra i temi sotto la lente, formazione, innovazione, sburocratizzazione, semplificazione e il miglioramento dei bandi.

Molti gli spunti di riflessione messi oggi sul Tavolo dai rappresentanti dell'imprenditoria giovanile e sui quali si entrerà nel dettaglio già in occasione del prossimo incontro operativo, previsto il prossimo venerdì. Al centro del dibattito, quindi, la defiscalizzazione dei giovani neo-assunti, una maggior sensibilizzazione sulla formazione continua del personale e dell'imprenditore e l'invito a sostenere lo startup imprenditoriale in quanto tale e non solo in caso di start up innovative.

Soddisfazione è stata espressa dal presidente del Comitato, Fabio Passon. "Avere la possibilità di scrivere insieme alcuni aspetti fondamentali per la nostra economia - ha evidenziato - è un'opportunità che apprezziamo; incidere sulle politiche regionali a favore della giovane impresa è un obiettivo rilevante che si attuerà molto presto, segno di un'operatività concreta di questa Giunta regiionale".

Fra i punti sui quali si sta sviluppando la bozza del ddl, Bini ha ricordato quelli inerenti le agevolazioni per l'accesso al credito, le azioni sull'economia circolare e sull'efficientamento energetico. Ha poi focalizzato l'attenzione sull'internazionalizzazione e sul welfare aziendale "su cui - ha insistito - è necessario stimolare le nostre imprese a introdurre azioni concrete al loro interno".

L'assessore ha inoltre indicato come nel disegno di legge troveranno spazio aspetti legati al turismo e ai Consorzi di sviluppo economico "che vanno ammodernati e resi più rispondenti alle esigenze di chi vi si insedia".

Bini ha infine comunicato che, una volta licenziato il ddl, verranno organizzate delle giornate sul territorio per presentarlo in modo puntuale e spiegarne l'impatto su imprese e territorio. ARC/LP/fc



In Evidenza

I più letti della settimana

  • Casa: Fedriga, ordinanza Tribunale Udine discrimina cittadini italiani

  • Porto vecchio: Fedriga, accordo fondamentale per attrarre investimenti

  • Covid: Bini, da 18/3 ristori da 500 a 10mila euro ad attività in crisi

  • Sicurezza: Roberti, necessario far luce su contatti passeur-terroristi

  • Covid: Fedriga firma ordinanza, arancione Go e Ud e Dad in tutto Fvg

  • Vaccini: Fedriga, certezze su dosi e tempi

Torna su
TriestePrima è in caricamento