Notizie dalla giunta

Imprese: Bini, accrescere competitività per rilancio Paese

Palmanova, 21 giu - Semplificare la burocrazia, rilanciare lo sviluppo del Paese aiutando le imprese a crescere e a dispiegare tutte le loro potenzialità e creare una nuova cultura che consideri imprese e imprenditori un valore aggiunto in grado di creare ricchezza e occupazione a beneficio di tutti.

Sono questi alcuni degli elementi dell'intervento che l'assessore alle Attività produttive del Friuli Venezia Giulia, Sergio Emidio Bini, ha tenuto oggi a Palmanova, in occasione dell'assemblea regionale di Confcooperative Fvg, di cui quest'anno ricorre il centenario.

"Se vogliamo davvero rilanciare il Paese - ha spiegato Bini - dobbiamo iniziare dall'economia, fare in modo che imprese e imprenditori siano considerati un valore aggiunto in grado di creare ricchezza e posti di lavoro. Le nostre imprese hanno enormi potenzialità di sviluppo ma dobbiamo agire su una burocrazia che rende difficile l'operatività quotidiana per aiutarle a crescere e a competere con sempre maggior efficacia all'interno di un mercato globale".

"E' dimostrato - ha aggiunto l'assessore - che abbassando la pressione fiscale, semplificando la burocrazia si liberano energie importanti che hanno ricadute positive sullo sviluppo produttivo. La Regione è impegnata su questa direzione - ha detto Bini - e proseguirà ad attivarsi anche con il prossimo SviluppoImpresa, affinché il livello di competitività del territorio aumenti".

Bini ha sottolineato l'importanza della cooperazione che rappresenta una parte del settore economico italiano e del Friuli Venezia Giulia di tutto rispetto, con numeri rilevanti, come quelli illustrati da Confcooperative Fvg con le sue 594 associate che producono 1 miliardo di euro di fatturato, registrano 128 mila soci e 15.758 occupati.

L'assessore ha poi rilevato come il mondo cooperativo contribuisca significativamente alla crescita occupazionale.

L'assemblea è stata anche l'occasione per la consegna ai partecipanti del volume fotografico curato dall'Ansa in collaborazione con Confcooperative per raccontare la storia dell'organizzazione e dello sviluppo del movimento cooperativo italiano.

Nel libro di 140 pagine corredato da foto di grande pregio provenienti dagli archivi delle cooperative italiane, trovano posto quattro cooperative del Friuli Venezia Giulia: Secab di Paluzza che guadagna la copertina del volume con una foto del 1913 rappresentante l'inaugurazione della centrale idroelettrica del Fontanone, la Cooperativa di consumo di Premariacco, la cantina viticoltori La Delizia di Casarsa e l'Immaginario scientifico di Trieste. ARC/LP/ep



Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Imprese: Bini, accrescere competitività per rilancio Paese

TriestePrima è in caricamento