rotate-mobile
Domenica, 16 Giugno 2024
Notizie dalla giunta

Imprese: Bini, nel 2023 bandi per oltre 40 mln a sostegno Pmi

Udine 8 giu - "Il bando sugli investimenti innovativi e tecnologici delle imprese, compresi quelli a favore della trasformazione digitale, illustrato oggi, costituisce soltanto una delle misure del più ampio sistema di incentivi alle imprese che la Regione ha programmato di attivare nel corso del 2023. Vanno in questa direzione altri tre bandi regionali di prossima apertura".

Lo ha comunicato l'assessore regionale alle Attività produttive e Turismo, Sergio Emidio Bini, intervenendo da remoto al webinar di approfondimento, organizzato da Confcommercio Fvg, e dedicato al bando Por Fesr 21-27 'Investimenti innovativi e tecnologici delle imprese', ovvero la misura per la concessione di contributi a fondo perduto a sostegno della realizzazione di progetti di investimento produttivo nelle imprese che valorizzano lo sviluppo delle tecnologie e l'innovazione.

"Entro fine anno apriamo il bando per la concessione di contributi a sostegno delle Pmi per l'adozione di nuove tecnologie digitali da applicare ai processi aziendali che conta su una dotazione di oltre 10 milioni e mezzo di euro - ha comunicato Bini - e riproporremo l'avviso a sostegno dell'imprenditoria femminile che può contare su una dotazione iniziale di 1 milione di euro. L'apertura è prevista nell'ultimo trimestre dell'anno".

"Sempre nell'ultimo trimestre dell'anno - ha informato ancora Bini - è prevista l'approvazione di un ulteriore bando con dotazione iniziale di fondi Fesr pari a 9 mln di euro, a sostegno degli investimenti produttivi nelle imprese che valorizzano l'adozione delle tecnologie, l'innovazione, l'internazionalizzazione e la transizione verso forme di produzione 'green'. Si tratta di un contributo a fondo perduto per le Pmi del settore turistico che effettuano interventi volti all'efficienza energetica, all'eliminazione delle barriere architettoniche, alla realizzazione di piscine termali, alla digitalizzazione".

L'odierno webinar ha voluto approfondire i contenuti del bando a favore di progetti che, utilizzando i mutamenti della tecnologia, sono finalizzati all'ottimizzazione e all'ammodernamento dei processi produttivi del beneficiario; della capacità produttiva del beneficiario; dei modelli organizzativi e di business del beneficiario; delle linee di prodotto e di servizio del beneficiario.

"La dotazione iniziale complessiva è di 19.320.000 euro ma - ha indicato Bini - è in via di perfezionamento un aggiornamento al piano finanziario del Por Fesr che incrementerà ulteriormente la dotazione".

Si tratta di aiuti a fondo perduto per la realizzazione di progetti di investimenti produttivi. Rientrano fra i beneficiari le Piccole e medie imprese (Pmi) i cui progetti devono essere realizzati in una sede operativa situata sul territorio regionale. Qualora il soggetto richiedente non abbia sede operativa nel territorio regionale al momento della presentazione della domanda, lo stesso deve attivarla e realizzarvi il progetto entro la data di rendicontazione. Le domande potranno essere presentate fino alle 16 del prossimo 29 giugno esclusivamente tramite il Sistema informatico (Iol). "L'Amministrazione regionale prosegue ad accompagnare le Pmi con aiuti a fondo perduto per favorirne la competitività e lo sviluppo" ha concluso Bini ricordando le ingenti risorse messe a disposizione che, solo nel Terziario, negli ultimi 5 anni, hanno superato i 500 milioni di euro. ARC/LP/gg



In Evidenza

Potrebbe interessarti

Imprese: Bini, nel 2023 bandi per oltre 40 mln a sostegno Pmi

TriestePrima è in caricamento