Lunedì, 15 Luglio 2024
Notizie dalla giunta

Imprese: Bini, proseguire nell'alleanza con mondo produttivo

L'assessore alla Cciaa di Pordenone Udine ringrazia le categorie Pordenone, 20 dic - "Abbiamo vissuto anni complicati, caratterizzati da tante sfide. Ricordo in particolare i primi mesi della pandemia, quando siamo stati tutti chiamati a prendere scelte importanti e decisive in un momento di grande incertezza. Oggi come allora il metodo adottato da questa Amministrazione è stato sempre quello dell'ascolto e del confronto costruttivo. Per questo credo sia doveroso rivolgere un sentito ringraziamento ai rappresentanti delle categorie produttive della nostra regione che, con senso di responsabilità, in questi cinque anni non solo hanno dato prova di grande resilienza, ma hanno anche garantito alle istituzioni collaborazione e dialogo per affrontare questi anni difficili". È il messaggio che l'assessore regionale alle Attività produttive e Turismo, Sergio Emidio Bini, ha portato alla Camera di Commercio di Pordenone e Udine in occasione della cerimonia dello scambio di auguri per il Natale. Presenti, oltre al presidente Giovanni Da Pozzo e al prefetto di Udine Massimo Marchesiello, i rappresentanti degli Ordini professionali, delle Forze dell'ordine e delle categorie economiche del territorio dell'ex provincia di Udine. A tutti l'assessore ha voluto esprimere la gratitudine per la proficua collaborazione instauratasi, non solo nei momenti difficili della pandemia e dell'attuale crisi energetica, ma anche negli anni precedenti. "Un confronto che si è instaurato e che è proseguito per l'intera nostra legislatura", ha sottolineato l'assessore. L'incontro è stato anche l'occasione per fare il punto sullo stato di salute dell'economia regionale, che nonostante la crisi energetica e l'inflazione registra numeri positivi. In questo senso l'esponente della Giunta regionale con le deleghe alle Attività produttive ha invitato tutti a guardare ai risultati con sano realismo, ricordando anche la costante crescita dell'occupazione (+3,2% rispetto al periodo pre Covid, secondo i dati Istat) e dell'export (+9,6% nel terzo trimestre dell'anno), oltre che le previsioni di Confindustria le quali stimano un incremento del Pil regionale di oltre tre punti percentuali. "A differenza del primo anno di pandemia - ha fatto notare Bini - la congiuntura economica che ci troviamo ad affrontare oggi è ancora più sfidante, perché determinata da radici lontane, esacerbate dalla guerra in Ucraina: la crisi delle catene del valore e della globalizzazione, i mutamenti nella logistica, l'inflazione. Per questo mai come oggi è fondamentale portare avanti una virtuosa alleanza tra pubblico e privato, tra istituzioni e rappresentanti di categoria, per offrire a imprese, lavoratori e famiglie risposte puntuali e concrete". Dall'assessore è poi arrivato un messaggio di fiducia nel futuro: "Abbiamo già dimostrato di saper mettere in campo risposte efficaci nel corso della legislatura. Ne sono un esempio gli oltre 90 milioni di euro erogati sotto forma di ristori per far fronte a pandemia e caro bollette. Così come la legge Sviluppoimpresa, frutto proprio dell'ascolto e del confronto attivo con le categorie economiche. Continueremo su questa strada, cercando di fare tesoro di quella condivisione di esperienze e professionalità che ci ha permesso in questi anni di superare tutte le sfide che abbiamo affrontato". ARC/LIS/al

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Imprese: Bini, proseguire nell'alleanza con mondo produttivo
TriestePrima è in caricamento