rotate-mobile
Notizie dalla giunta

Imprese: regime anti-crisi per l'accesso al credito agevolato

Udine, 17 mar - La Giunta regionale, su proposta dell'assessore alle Attività produttive e turismo, ha approvato i termini e le condizioni per la concessione dei finanziamenti agevolati a breve e medio periodo a favore delle imprese, in applicazione dello speciale Regime quadro derogatorio rispetto al "de minimis".

Il regime, che fa riferimento al quadro temporaneo di crisi europeo a cui la Regione ha aderito con la legge 7/2022 e con il conseguente regolamento, è finalizzato a superare la carenza di liquidità a cui devono far fronte le imprese direttamente o indirettamente colpite dalla crisi economica legata alla guerra in Ucraina. I finanziamenti agevolati possono essere concessi a valere sul Fondo regionale per iniziative economiche in Fvg.

Come ha spiegato l'assessore, lo speciale "Regime quadro Fvg" è derogatorio rispetto al "de minimis" che vieta di cumulare aiuti pubblici superiori a 200mila euro in tre esercizi, limite sempre più restrittivo mano a mano che aumentano il costo del denaro per le imprese e la componente di aiuto sui prestiti.

A seconda della tipologia di determinazione dell'aiuto scelta dal beneficiario, l'importo massimo dei finanziamenti agevolati in "liquidità extra" sarà dato da: il 15 per cento del fatturato annuo totale medio realizzato dall'impresa richiedente negli ultimi tre periodi contabili chiusi; oppure il 50 per cento dei costi energetici nei dodici mesi precedenti il mese di presentazione della domanda per l'attivazione del finanziamento agevolato; o ancora, dal fabbisogno di liquidità (che può comprendere sia i costi del capitale di esercizio che i costi di investimento), dal momento della concessione per i seguenti dodici mesi per le Pmi e per i seguenti sei mesi per le grandi imprese, determinato sulla base di un'autocertificazione rilasciata dall'impresa richiedente che dimostri le conseguenze della crisi determinatasi in una delle particolari situazioni elencate dal Regime quadro Fvg.

Ai finanziamenti agevolati si applica un tasso di interesse fisso che attualmente è così calcolato per le Pmi: 1,53 per cento per prestiti di durata compresa tra uno e tre anni, 2,03 per cento per prestiti di durata tra tre e sei anni. Nel caso di grandi imprese i tassi sono del 2,03 per cento per prestiti inferiori a tre anni e del 2,93 per cento per prestiti di durata compresa fra tre e sei anni.

Come per le altre tipologie di finanziamenti agevolati previsti dalla normativa regionale, le domande vanno presentate ad una delle banche convenzionate con la Regione. La concessione del finanziamento agevolato, a seguito di istruttoria positiva da parte della banca prescelta, è deliberata dal Comitato di gestione e comunicata alla banca ai fini della stipulazione del contratto di finanziamento entro il 31 dicembre 2023. ARC/SSA/pph



In Evidenza

Potrebbe interessarti

Imprese: regime anti-crisi per l'accesso al credito agevolato

TriestePrima è in caricamento