Notizie dalla giunta

INDUSTRIA: BOLZONELLO, LAVINOX VILLOTTA DIA GARANZIE PER IL FUTURO

Pordenone, 20 nov - "La Lavinox compia quei passaggi industriali che servono per un salto di qualità tale da garantire non solo il presente ma anche il futuro del sito industriale e del bacino totale dei suoi occupati". Lo ha sostenuto il vicepresidente della Regione Friuli Venezia Giulia e assessore alle Attività produttive Sergio Bolzonello che ha convocato oggi, nella sede di Pordenone, un confronto sulle prospettive della Lavinox di Villotta di Chions (PN) con le organizzazioni sindacali e i rappresentanti dell'Azienda, presente l'assessore regionale al Lavoro Loredana Panariti.

La Lavinox, new company che ha acquisito lo scorso 23 luglio il sito produttivo della Lavorazioni Inox fallita a febbraio, conta 204 dipendenti, di cui 120 circa sono attivi in fabbrica mentre gli altri beneficiano degli ammortizzatori sociali.

"La Regione segue con grande attenzione gli sviluppi di questa Azienda, per la quale vanno precisate in tempi stretti le prospettive industriali, dopo che l'attività produttiva è ripresa grazie anche allo sforzo dei lavoratori", ha rilevato Bolzonello.

La Lavinox, che fa capo all'imprenditore Sassoli, è riuscita a ripartire in virtù delle commesse garantite fino al 2017 da un accordo con Electrolux Professional, ma grazie anche alla disponibilità dei lavoratori che, dopo il fallimento della precedente società, si erano impegnati a lasciare il Trattamento di Fine Rapporto (TFR) in azienda.

I rappresentanti sindacali di CGIL, CISL e UIL hanno manifestato preoccupazione per le sorti della fabbrica e insistito sull'importanza di ridare il lavoro a chi è in cassa integrazione. È fondamentale, hanno rilevato, che la proprietà dia corso a un rilancio dell'Azienda, in una situazione in cui, hanno detto, gli investimenti continuano a languire e manca un piano industriale.

I rappresentanti della proprietà hanno ricostruito le fasi del difficile recupero del mercato dopo il fallimento, in una situazione di angustia creditizia in cui la Società deve autofinanziarsi, ma hanno anche reso noto di considerare alla portata il raggiungimento e superamento dei livelli di fatturato ante collasso della Lavorazioni Inox.

L'Azienda sta cercando opportunità di mercato anche all'estero. Per Bolzonello è fondamentale "una ricognizione rapida, anche tenendo presenti le scadenze degli ammortizzatori sociali", che vigono fino a marzo, "in modo che, se vi sono difficoltà sostanziali che esorbitano dalla fisiologia della ripartenza, queste possano essere aggredite subito in maniera incisiva".

ARC/PPH



In Evidenza

Potrebbe interessarti

INDUSTRIA: BOLZONELLO, LAVINOX VILLOTTA DIA GARANZIE PER IL FUTURO

TriestePrima è in caricamento