Domenica, 17 Ottobre 2021
Notizie dalla giunta

Industria: Regione e Consorzi a confronto su Zls e nuove aree



Udine, 5 ott - Lo stato di attuazione delle norme per lo sviluppo dei consorzi industriali contenute nella legge SviluppoImpresa è stato al centro di un confronto che si è svolto stamattina a Udine tra l'assessore regionale alle Attività produttive e turismo e i rappresentanti dei Consorzi stessi.

All'incontro hanno partecipato il Consorzio di sviluppo economico locale dell'area Giuliana (Coselag) il Consorzio di sviluppo economico del Monfalconese (Coseveg), il Consorzio di sviluppo economico del Friuli (Cosef), il Consorzio di sviluppo economico locale di Tolmezzo - Carnia Industrial Park (Cosilt), la Zona industriale Ponterosso Tagliamento (Ziprt) e il Consorzio per il nucleo di industrializzazione della provincia di Pordenone (Nip).

L'assessore, nel ricordare che il lavoro di stesura e approvazione dei regolamenti attuativi di SviluppoImpresa è ormai quasi completato, ha riportato l'attenzione su tre dei temi principali che toccano lo sviluppo industriale, ovvero la Zona logistica semplificata (Zls), la definizione del masterplan per la riconversione delle aree dismesse e i contenuti delle convenzioni tra Consorzi e Comuni per lo sviluppo di aree produttive D2 e D3.

Per l'assessore il driver principale della piattaforma logistica regionale è il porto di Trieste, cui si aggiunge il territorio che funge da retroporto. Qui si innesta l'opportunità di definire la Zona logistica semplificata, strategica per l'attrazione di nuovi insediamenti poiché fa leva su sgravi fiscali e riduzione dei tempi della burocrazia. La Zls dovrà avere pertanto come principali punti di riferimento i tre porti di Trieste, Monfalcone e San Giorgio di Nogaro, in una visione integrata delle capacità e dei servizi resi dai tre scali. Su questo punto, l'assessore ha già avuto un confronto, assieme ai colleghi alle Finanze e alle Infrastrutture e territorio, anche con le associazioni di categoria e i sindacati per raccogliere contributi al fine di definire la distribuzione degli ettari di Zls disponibili su tutto il territorio regionale.

Altro tema strategico è il masterplan per la riconversione delle aree dismesse che l'assessore intende portare quanto prima all'analisi da parte della Commissione consigliare. Relativamente alle intese tra Consorzi e Comuni per l'esercizio delle attività di gestione delle aree industriali/artigianali classificate D2 e D3 è stata definita, come richiesto anche dai Consorzi, una bozza di schema di intesa, in modo da favorire un approccio uniforme dei Consorzi nei rapporti con le amministrazioni locali relativamente alle zone potenzialmente attivabili.

Da parte sua l'assessore ha confermato l'impegno della Regione sia sul fronte della definizione di regolamenti e bandi, sia sulle coperture finanziarie da qui al 2022. ARC/SSA



In Evidenza

Potrebbe interessarti

Industria: Regione e Consorzi a confronto su Zls e nuove aree

TriestePrima è in caricamento