rotate-mobile
Notizie dalla giunta

Infrastrutture: bonifica urbana con nuovo campus scolastico Gorizia



Udine, 24 mag - La Regione sostiene il progetto che prevede la realizzazione di un campus scolastico nell'area dell'ex ospedale civile di via Vittorio Veneto a Gorizia: in base a una serie di attente valutazioni dell'Ente di decentramento regione (Edr) isontino e dell'Azienda sanitaria universitaria Giuliano Isontina (Asugi), il luogo, infatti, è stato ritenuto particolarmente adatto a ospitare uno nuovo immobile, sicuro e a norma, dove troveranno spazio alcuni istituti superiori, dei laboratori didattici, una palestra con relativi annessi per le attività sportive all'aperto, un auditorium e una mensa.

La tematica è stata portata all'attenzione della Giunta nella mattinata di oggi dall'assessore alle Infrastrutture e Territorio del Friuli Venezia Giulia, di concerto con l'assessore regionale alla Formazione, Istruzione, Ricerca, Università e Famiglia e con l'assessore regionale alla Salute.

L'Esecutivo regionale ha quindi deliberato di autorizzare l'Edr di Gorizia a procedere con le opere propedeutiche all'edificazione del campus, con la demolizione di alcuni manufatti e col perfezionamento delle pratiche di trasferimento della proprietà da parte di Asugi. La Regione sostiene il progetto con trasferimenti di risorse e con i contributi a valere sul Pr Fesr 2021-2027.

Le strutture del complesso dell'ex ospedale civile sono di proprietà di Asugi che, ai sensi dell'articolo 5, comma 38 della legge regionale 15 del 7 novembre 2022 "Misure finanziarie multisettoriali", è autorizzata a trasferire a titolo gratuito all'Edr di Gorizia la proprietà degli immobili. La stessa Azienda sanitaria manterrà la proprietà delle due palazzine che si trovano, rispettivamente, a destra e a sinistra dell'accesso principale dell'ex nosocomio. Successivamente l'Edr avvierà le attività di demolizione dei fabbricati grazie a un contributo di 5 milioni di euro erogato dalla Regione.

Si va quindi a bonificare una zona non vincolata e decadente del territorio di Gorizia, con una riqualificazione importante a livello strutturale e ambientale e con una finalità altrettanto valevole: la creazione di nuovi spazi funzionali e confortevoli per docenti e studenti e per le loro attività di insegnamento e apprendimento. Il nascente nuovo polo conterà impianti antincendio moderni, sarà adeguato alle norme antisismiche e realizzato seguendo i principi del superamento delle barriere architettoniche. ARC/PT/gg



In Evidenza

Potrebbe interessarti

Infrastrutture: bonifica urbana con nuovo campus scolastico Gorizia

TriestePrima è in caricamento