rotate-mobile
Martedì, 9 Agosto 2022
Notizie dalla giunta

Interreg Ita-Slo: Regione, opportunità per tutto il Fvg

Parere unanime in V Commissione consiliare su programma

Udine, 26 apr - La Regione recepisce con soddisfazione anche il positivo parere unanime della V Commissione consiliare sulla proposta di Programma Interreg Ita-Slo 21-27 che va ad aggiungersi a quello del Consiglio delle autonomie locali: il programma proietta la regione ad essere ancora una volta uno dei partner migliori a livello europeo nella collaborazione transfrontaliera, con ricadute concrete per le comunità non solo del confine ma la competitività di tutto il sistema.

È quanto ha sottolineato l'assessore regionale alle Finanze in occasione dell'espressione del parere da parte della V commissione del Consiglio regionale sul Programma Italia - Slovenia 21-27, già approvato in via preliminare dalla Giunta il 25 marzo scorso.

L'area interessata dal programma è la stessa del 2014-2020, ovvero include tutto il territorio regionale del Friuli Venezia Giulia, la provincia di Venezia e cinque regioni per la Slovenia: Primorsko-Notranjska, Osrednjeslovenska, Gorenjska, Obalno-kra?ka e Gori?ka. Le risorse ammontano a oltre 88,6 milioni di euro, di cui quasi 71 da fondi Fesr e la restante quota da cofinanziamento nazionale. Gli assi strategici su cui punta il programma sono l'economia circolare, innovazione, cooperazione tra cittadini; più del 45 per cento delle risorse, circa 32 milioni di euro, sono inoltre dedicate alla cultura e al turismo sostenibile.

A tal proposito l'assessore ha rilevato come il programma potrà essere una grande potenzialità a supporto della Capitale europea della cultura Nova Gorica-Gorizia 2025 grazie a una posta finanziaria a supporto di progetti concordati tra le due città, tra cui quello che riguarda la Piazza Transalpina.

Il 37,44 per cento dei fondi, quindi circa 26 milioni e mezzo, punteranno a promuovere l'adattamento ai cambiamenti climatici, la transizione verso un'economia circolare, la biodiversità e le infrastrutture verdi. Le rimanenti quote saranno indirizzate per circa il 10 per cento, ovvero quasi 7 milioni, alla capacità di ricerca e di innovazione e all'introduzione di tecnologie avanzate; mentre l'8 per cento circa, ovvero 5 milioni e mezzo, andranno alla gestione e alla cooperazione nell'area di programma. Con 3,5 milioni ciascuno vengono finanziati sull'intera area di programma tre progetti strategici: Adrioncycletour, per una rete di piste ciclabili nell'area adriatico-ionica; il progetto Geoparco per lo sviluppo di una offerta turistica integrata di nicchia; il progetto per la tutela e promozione dell'area costiera e marittima finalizzato alla salvaguardia della biodiversità anche nei siti di Natura 2000.

La Regione, proponendo incontri operativi a supporto delle amministrazioni comunali per poter cogliere a fondo tutte le opportunità legate al Programma, ha comunicato di essere in attesa delle osservazioni della Commissione per poi poter chiudere il percorso di approvazione definitiva entro i 5 mesi previsti e per procedere alla nomina del Comitato di sorveglianza. ARC/EP/ma



In Evidenza

Potrebbe interessarti

Interreg Ita-Slo: Regione, opportunità per tutto il Fvg

TriestePrima è in caricamento