Mercoledì, 29 Settembre 2021
Notizie dalla giunta

Istruzione: confronto Regione-Università su norme anti Covid

 


Udine, 31 ago - Oggi pomeriggio in videoconferenza si è tenuto il Comitato Regionale di Coordinamento universitario per il Friuli Venezia Giulia (Coreco), che riunisce i rappresentanti delle Università e dei Conservatori della regione, per un confronto con l'assessore regionale all'Istruzione e formazione sui provvedimenti anti Covid da adottare in vista della ripresa dell'anno accademico.

Come ha riferito l'assessore al termine dell'incontro, sono state raccolte in particolare alcune problematiche emerse nell'applicazione dell'ultimo Dpcm e delle direttive ministeriali per il contenimento della pandemia.

Con riferimento ai servizi erogati direttamente dall'Agenzia regionale per il diritto allo studio (Ardis) nei prossimi giorni saranno assegnati i posti letto nelle residenze per studenti in numero di circa 300 a Trieste e 120 a Udine. Come già fatto l'anno scorso l'assegnazione riguarderà solo stanze ad uso singolo, mentre l'accesso alle residenze sarà condizionato al possesso del green pass fermo restando, nei casi in cui non sia possibile vaccinarsi, il possesso di un tampone negativo effettuato nelle 48 ore precedenti. La durata dei badge di ingresso alle Case degli studenti sarà adeguata alla validità del green pass.

Le aule studio saranno disponibili solo ai residenti, tranne l'aula di viale Ungheria a Udine e un'ulteriore aula da individuare a Trieste che saranno accessibili a tutti, con possesso di green pass e controllo della temperatura all'ingresso.

La mensa centrale a Trieste sarà aperta dal 6 settembre, con obbligo di green pass per l'accesso, ma con possibilità di ritirare il pasto e consumarlo all'esterno (quest'ultima soluzione è al vaglio dell'amministrazione in questi giorni); la mensa di Udine aprirà il 20 settembre, con le medesime modalità.

L'Amministrazione regionale sta concludendo la definizione puntuale dei protocolli sulla gestione dell'emergenza Covid relativamente ai servizi erogati da Ardis e sui quali ci sarà un ulteriore confronto con la Direzione Salute lunedì prossimo. Con le tre Università (Atenei di Udine e Trieste e Sissa) e con i due Conservatori restano aperti alcuni temi che vanno chiariti a livello statale, in primis la validità del green pass per i soggetti stranieri vaccinati fuori dall'Unione europea e la modalità di frequenza dei corsi propedeutici e pre-accademici per i ragazzi del Conservatorio con meno di 19 anni, per i quali non sussiste l'obbligo del green pass; temi su cui l'assessore si è riservata una verifica direttamente con il Ministero.

Secondo l'assessore vanno inoltre puntualizzate le norme sulla modalità di controllo dei docenti e del personale amministrativo per cui corre l'obbligo di green pass, con conseguente controllo quotidiano di tutti gli accessi, almeno fino a che non sarà disponibile una piattaforma informatica univoca.

L'assessore ha poi espresso la necessità di intervenire in sede di conversione del "decreto Agosto" sul tema del distanziamento e sull'utilizzo dei dispositivi di protezione individuale all'interno dell'Università. ARC/SSA/ma
 

 



In Evidenza

Potrebbe interessarti

Istruzione: confronto Regione-Università su norme anti Covid

TriestePrima è in caricamento