Notizie dalla giunta

ISTRUZIONE: PROTOCOLLO ARDISS-GDF SU CONTROLLI CONTRIBUTI REGIONALI

Pordenone, 30 novembre - Individuare più efficacemente le irregolarità nella concessione dei benefici agli studenti e svolgere una più mirata attività di servizio nel settore della spesa pubblica. Sono questi i due principali obiettivi che si pone il Protocollo d'intesa firmato a Trieste tra l'Agenzia Regionale per il Diritto agli Studi Superiori (ARDiSS) del Friuli Venezia Giulia e il Comando regionale della Guardia di Finanza.

Il documento, siglato dal direttore generale dell'ARDiSS Cinzia Cuscela e dal comandante regionale della Guardia di Finanza generale Giuseppe Gerli, impegna le due Istituzioni a concordare le modalità per avviare e gestire un proficuo flusso informativo. Inoltre consente di realizzare controlli sistematici attraverso l'incrocio dei dati dichiarati dagli studenti, o dalle loro famiglie, e quelli risultanti dall'anagrafe tributaria.

Ogni anno l'ARDiSS, con apposito bando regionale, mette a disposizione una serie di benefici e agevolazioni quali borse di studio, contributi per la mobilità internazionale, contributi alloggio e tariffa agevolata della mensa. L'obiettivo è quello di rispondere alle esigenze degli studenti meritevoli, privi di mezzi, che frequentano le università, i conservatori e gli ITS del Friuli Venezia Giulia.

Per avere accesso a queste forme di sostegno regionale, gli studenti devono presentare l'attestazione ISEE, rilasciata dall'INPS o dai Centri di Assistenza Fiscale (CAF). L'intesa regionale - frutto anche della collaborazione che negli anni passati era attiva a livello provinciale - rappresenta lo strumento operativo che avrà una positiva ricaduta in termini di gestione e controllo della spesa pubblica della Regione e in termini di equità sociale nella ridistribuzione delle risorse.

ARC/AL/ppd



Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

ISTRUZIONE: PROTOCOLLO ARDISS-GDF SU CONTROLLI CONTRIBUTI REGIONALI

TriestePrima è in caricamento