Domenica, 16 Maggio 2021
Notizie dalla giunta

Istruzione: Rosolen, 15/3 dialogo online con cittadini su Dote Scuola

Trieste, 11 mar - Come ottenere incentivi, contributi, misure per libri di testo, trasporti e altre opportunità legate al mondo della scuola? Chi ne ha diritto? E come deve fare? Per rispondere a queste e ad altre domande la Regione organizza il webinar "Dote Scuola, contributi per gli studenti delle scuole superiori e delle paritarie, contributi per le spese per l'ospitalità in strutture accreditate: guida alle novità normative" che si terrà lunedì 15 marzo alle ore 15 sulla piattaforma Webex.

Per partecipare all'incontro è necessario inviare una mail di richiesta all'indirizzo direzione@ardis.fvg.it. "L'obiettivo è raggiungere una platea vasta e ampia affinché tutti siano a conoscenza del ventaglio di possibilità che delinea l'offerta del Friuli Venezia Giulia - spiega l'assessore all'Istruzione, Alessia Rosolen -. Con il proposito di facilitare il dialogo tra cittadini, famiglie, scuole e amministrazione, abbiamo creato una filiera di servizi in grado di accompagnare lo studente dall'età della prima infanzia alla maturità, passando per le varie fasi della formazione".

"La nuova Agenzia regionale per il diritto allo studio (Ardis) è il soggetto deputato all'attuazione di questi interventi - afferma Rosolen -. Lunedì illustreremo la nuova misura della Dote Scuola, che sostituisce gli interventi per l'acquisto di libri e per il costo dei trasporti per gli studenti, i contributi per le rette per la frequenza delle scuole paritarie e per l'ospitalità presso i convitti accreditati".

La recente norma del Friuli Venezia Giulia sull'istruzione, approvata il 4 dicembre scorso, ha portato diverse novità al comparto. "L'obiettivo è triplice - precisa l'assessore -. Il primo è creare una vera e propria filiera di servizi nell'arco della vita formativa della persona assegnando a un soggetto regionale, l'Ardis, l'attuazione degli interventi in materia di diritto allo studio non solo universitario, ma anche scolastico".

"Il secondo obiettivo - prosegue Rosolen - è adeguare gli interventi riconducibili al diritto allo studio e al potenziamento dell'offerta formativa delle istituzioni scolastiche all'evoluzione del sistema scolastico, cercando di anticipare esigenze e bisogni di famiglie e scuole acuiti in questi mesi durante gli eventi legati all'emergenza Covid-19, anche a fronte dell'emergere di criticità e punti di debolezza del nostro sistema scolastico. Imprimere un'accelerazione rispetto alla svolta digitale era già nei programmi: la pandemia ha, purtroppo, messo a nudo alcuni limiti strutturali e ci ha indotti a velocizzare il processo".

"Infine il terzo obiettivo è quello della semplificazione amministrativa e procede di pari passo con il potenziamento della comunicazione". L'Ardis si affianca alla Regione negli interventi a favore delle scuole in ospedale e della scuola a domicilio, degli alunni portatori di Bisogni educativi speciali (Bes) e Disturbi specifici di apprendimento (Dsa), nelle azioni di sostegno ai soggetti con disabilità iscritti alle istituzioni scolastiche del Friuli Venezia Giulia. "Una ricca gamma di interventi che rendono Ardis - conclude l'esponente della Giunta - un punto di riferimento per il diritto allo studio". ARC/RT/pph



Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Istruzione: Rosolen, 15/3 dialogo online con cittadini su Dote Scuola

TriestePrima è in caricamento