Venerdì, 30 Luglio 2021
Notizie dalla giunta

Istruzione: Rosolen, a Lignano formazione mirata al comparto turistico

Lignano Sabbiadoro, 14 lug - "Un traguardo che rientra nel percorso caratterizzante di una Regione orientata a valorizzare le competenze e a favorire l'inserimento dei giovani diplomati nel mondo del lavoro, per utilizzare il capitale umano soprattutto dove c'è maggiore richiesta, che è stato raggiunto grazie a un accordo di sistema tra l'Amministrazione, l'Edr, il Comune, gli istituti scolastici del territorio e altre realtà. Tocca ora agli imprenditori e operatori presenti nella località balneare e nell'area rivierasca fare la loro parte per favorire l'efficacia di questo importante progetto, destinato a creare a Lignano un polo formativo turistico di eccellenza e offrire ai giovani la preparazione atta a garantire uno sbocco lavorativo qualificato e qualificante". È il commento dell'assessore regionale al Lavoro, formazione, istruzione, ricerca, università e famiglia, Alessia Rosolen, intervenuta alla presentazione dell'accordo tra l'Ente di decentramento regionale (Edr), il Comune e l'Istituto 'E. Mattei di Latisana', per l'attivazione a partire dall'anno scolastico 2021/2022 dell'indirizzo 'Servizi per l'enogastronomia e ospitalità alberghiera', che avrà sede all'Istituto tecnico per il turismo 'Savorgnan di Brazza' di Lignano. Un risultato particolarmente significativo, quello raggiunto dalla Regione, come hanno evidenziato il sindaco Luca Fanotto, il dirigente scolastico dell'Istituto 'Savorgnan di Brazza' e referente del progetto Luca Bassi e il commissario dell'Edr Augusto Viola, perché va a colmare una lacuna nella formazione di settore e assegna un ruolo essenziale all'istituto lignanese per il perseguimento degli obiettivi di qualità dell'offerta turistica anche nell'intera area rivierasca. La formazione, come ha poi ribadito l'assessore Rosolen, deve infatti essere uno degli elementi cardine per la qualità dei servizi di una città proiettata verso le nuove richieste del mercato turistico e vocata all'accoglienza. "In questi tre anni - ha detto Rosolen - la Regione, da soggetto meramente attuatore, dal ruolo di notaio di scelte e indirizzi determinati dall'esterno, sta passando a essere l'istituzione che accompagna l'attuazione dei progetti sul territorio, coordina e assegna gli indirizzi sulla base delle esigenze e delle necessità. Un ruolo che potrà essere svolto a pieno titolo e in maniera maggiormente efficace se al Friuli Venezia Giulia verrà riconosciuta l'autonomia scolastica sulla base di quanto stabilito dal Titolo V della costituzione". Il risultato odierno, ha aggiunto l'assessore, è frutto anche della riorganizzazione dell'intero sistema delle autonomie in atto attraverso gli Edr, che consentirà alla Regione di dare risposte maggiormente confacenti alle esigenze e alle attese del territorio. Il progetto che si sta per avviare a Lignano, sviluppato per l'intero ciclo formativo di cinque anni, è una dimostrazione esemplare dell'efficacia di questo percorso perché - ha soggiunto Rosolen - ha consentito di coinvolgere tutti i soggetti interessati, avviando un percorso concreto che sarà coronato dall'occupabilità dei diplomati e andrà a colmare un vuoto segnalato dagli stessi operatori del mondo turistico. Sulla base dell'accordo siglato, il Comune metterà a disposizione a titolo gratuito e per almeno cinque anni i locali dell'istituto e gli spazi esterni prossimi allo stesso, fornirà le attrezzature per adeguare gli spazi esterni, adeguerà quelli esistenti con interventi edilizi e attrezzature, inserirà nella propria programmazione pluriennale la realizzazione degli interventi edilizi e l'acquisto delle attrezzature necessarie all'istituto. Inoltre, l'Istituto 'Savorgnan di Brazzà' promuoverà convenzioni e accordi con i principali attori del territorio nel settore del turismo. ARC/CM/ma


Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Istruzione: Rosolen, a Lignano formazione mirata al comparto turistico

TriestePrima è in caricamento