Notizie dalla giunta

Istruzione: Rosolen, accordo Ardis-Fondazione Pittini per studenti

Trieste 26 dicembre 2020 - Intercettare e comprendere desideri, bisogni e aspettative degli studenti; intervenire con strumenti e misure specifici; sostenere i progetti anche sul piano economico, dalle borse di studio ad altri percorsi didattico-formativi finalizzati all'inserimento nel mondo del lavoro. Sono alcuni dei principi fondamentali dell'accordo tra Fondazione Pietro Pittini e Agenzia Regionale per il Diritto agli Studi del Friuli Venezia Giulia, inseriti in una ricerca lanciata d'intesa con l'assessore regionale all'Istruzione, Alessia Rosolen, per indagare i bisogni e i desideri dei giovani studenti universitari beneficiari dei servizi Ardis.

La ricerca, chiamata "Tracce di futuro - racconta qualcosa di te!", è finalizzata a far emergere esperienze, paure e aspettative sul futuro degli oltre 5690 beneficiari dei servizi, per definire nuovi strumenti e modalità di supporto per gli studenti attuali e per quelli dei prossimi anni. L'obiettivo della ricerca è anche di individuare una tematica per lo sviluppo sostenibile, in base agli obiettivi ONU dell'Agenda 2030, da potenziare in collaborazione con gli studenti come progetto di ricerca-azione.

Le parole che Fondazione Pietro Pittini e Ardis raccoglieranno per interpretare la complessità del tempo in cui gli studenti di oggi si trovano a crescere, rappresentano le "Tracce di futuro" da cui prende il titolo l'iniziativa.

"Si tratta - sottolinea l'assessore Rosolen - di un accordo che dà attuazione a quanto previsto dalla nuova legge sull'istruzione sul fronte del potenziamento della collaborazione tra Regione e Fondazioni nell'ottica di garantire il diritto allo studio nella sua accezione più ampia."

"La Fondazione Pietro Pittini - prosegue l'assessore - si conferma a tal proposito un punto di riferimento culturale, sociale ed economico davvero prezioso, in particolare per l'apporto che fornisce a sostegno dei ragazzi attraverso le borse di studio. Quanto all'Ardis, mi preme porre l'accento sulla capacità dimostrata dall'Agenzia di interpretare il momento e calibrare le attività sulla base delle reali esigenze degli studenti. Dopo il servizio di sostegno psicologico, portiamo a compimento un ulteriore significativo intervento".

Le domande di ricerca, oltre 30 tra obbligatorie e facoltative, indagheranno tre ambiti, ritenuti fondamentali nel periodo che gli studenti stanno attraversando: il percorso universitario (la scelta accademica, la condizione abitativa, le esperienze trasformative), il lavoro (le aspettative e gli immaginari riguardanti la propria professionalità al termine del percorso universitario) e la vita (le paure, il benessere personale e sociale, la felicità).

La struttura della ricerca e la formulazione delle domande sono frutto di un percorso di co-design con il Comitato degli studenti di Ardis, che ha partecipato a una fase preliminare contribuendo con preziosi suggerimenti e riflessioni.

Il form per raccogliere le risposte rimarrà aperto fino a fine gennaio e i dati verranno analizzati, in forma aggregata e anonima, entro aprile 2021. ARC/Com/dfd



Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Istruzione: Rosolen, accordo Ardis-Fondazione Pittini per studenti

TriestePrima è in caricamento