Istruzione: Rosolen, liceo musicale importante per Friuli Occidentale

Trieste, 3 feb - "Dal 2019 stiamo lavorando con convinzione e in sinergia con le istituzioni coinvolte per garantire ai ragazzi del Pordenonese un percorso formativo musicale di alta qualità".

Lo ha affermato l'assessore all'Istruzione, Alessia Rosolen, rispondendo in Consiglio regionale a una Iri sulle strategie della Giunta per promuovere questa iniziativa formativa nel Friuli Occidentale.

"Nonostante la posizione inizialmente contraria dell'Ufficio scolastico regionale (Usr), che aveva espresso un parere negativo sulla possibilità di attivare l'indirizzo musicale sia a Sacile che a San Vito - ha ricordato Rosolen -, per consentire ai giovani del Friuli Occidentale di poter scegliere questo percorso, a fine 2019 abbiamo approvato nel Piano del dimensionamento scolastico 2020/21 l'avvio di questo indirizzo esclusivamente all'istituto Pujati di Sacile".

"In quello stesso anno, infatti, avevamo dato parere non favorevole all'Isis Le Filandiere di San Vito al Tagliamento, in quanto avevamo ritenuto non opportuno - in quel momento - attivare più di un liceo musicale nel Pordenonese. Una scelta - ha specificato l'assessore - determinata anche da un fattore di equità: a San Vito al Tagliamento, infatti, la Regione aveva già autorizzato a partire dall'anno scolastico 2021/2022 l'iter per la partenza di un nuovo indirizzo: quello di meccanica e meccatronica presso l'Istituto Paolo Sarpi".

"Invece nel 2020, mentre l'istituto Pujati di Sacile ha proseguito regolarmente nel suo iter autorizzativo, l'Isis Le Filandiere di San Vito al Tagliamento non solo ha presentato la documentazione in ritardo ma ha anche chiesto la sua partenza con l'anno scolastico 2022/2023. Una domanda che, se l'istituto lo riterrà opportuno, andrà fatta - ha aggiunto - appena il prossimo ottobre in vista dell'approvazione del nuovo Piano di dimensionamento scolastico 22-23".

"È vero, l'istituto di Sacile oggi presenta alcune difficoltà per quanto riguarda le iscrizioni. Riteniamo però sia fisiologico visto che siamo al primo anno di questo percorso formativo, con l'aggravante - ha detto Rosolen - che ci troviamo in piena emergenza sanitaria con tutte le difficoltà che questa ha comportato anche in termini di promozione e di orientamento scolastico".

"È bene sottolineare, inoltre, che il numero di adesioni finora pervenute fanno riferimento alle domande di pre-iscrizione presentate dagli studenti e non a quelle delle immatricolazioni: pertanto auspichiamo che, da qui ad agosto/settembre, il numero degli iscritti possa aumentare sensibilmente".

"Per dare piena attuazione a questo progetto serve uno sforzo congiunto, un vero e proprio piano di azione per l'orientamento rivolto al mondo della scuola, alle famiglie e al territorio del Friuli Occidentale. Un piano che - ha concluso Rosolen - non esclude l'ipotesi di localizzare il liceo musicale a San Vito al Tagliamento qualora lo si ritenesse necessario a partire dall'anno scolastico 2022/2023". ARC/RT/ep



In Evidenza

I più letti della settimana

  • Covid: Riccardi, da Cividale parte modello massivo per vaccinazioni

  • Carburanti: Scoccimarro, Covid ha stravolto consumi, legge da rivedere

  • Covid: Bini, ristori anche a chi realizza corsi sportivi e ricreativi

  • Sport: Gibelli a Fipav, essenziali per benessere ragazzi e famiglie

  • Attività produttive: Bini, nuovo servizio completa attrattività area

Torna su
TriestePrima è in caricamento