Domenica, 13 Giugno 2021
Notizie dalla giunta

Istruzione: Rosolen, Regione vicina a scuole in transizione digitale

Trieste, 20 mag - "Iniziative come Scuola Digitale sono particolarmente preziose perché ci consentono di conoscere le proposte innovative, realizzate da studenti e docenti, in grado di aiutare le istituzioni nel percorso difficile verso la transizione digitale. Una vera e propria rivoluzione culturale che, attraverso l'utilizzo di strumenti avanzati, deve spingerci a raggiungere una maggiore equità sociale e a immaginare insieme il nostro futuro".

Lo ha sostenuto oggi l'assessore all'Istruzione, Alessia Rosolen, in apertura dell'evento conclusivo della fase regionale del Premio Scuola Digitale 2021, organizzato on-line dall'Istituto Deledda Fabiani di Trieste.

Promossa dal ministero dell'Istruzione nell'ambito dell'attuazione del Piano nazionale Scuola Digitale, l'iniziativa, giunta alla terza edizione, ha messo in competizione tra loro anche gli istituti scolastici di primo e secondo ciclo del Friuli Venezia Giulia, con il coinvolgimento attivo delle studentesse e degli studenti che hanno presentato progetti di innovazione digitale, caratterizzati da un alto contenuto di conoscenza, tecnica o tecnologica, anche di tipo imprenditoriale.

"In modo del tutto involontario noi tutti ci siamo trovati in mezzo a un cambiamento epocale che nessuno avrebbe potuto immaginare - ha ricordato Rosolen -. Nell'ultimo anno e mezzo, a causa del Covid-19 abbiamo dovuto affrontare e risolvere problemi di carattere digitale che nei decenni precedenti non erano mai stati nemmeno considerati".

"Grazie a questa crisi - ha aggiunto l'assessore - abbiamo potuto comprendere quali siano le reali potenzialità di questa trasformazione che ha bisogno proprio della fantasia, della visione e della innovatività che solo i ragazzi e i docenti che sono dentro questo processo possono trasmettere".

"Compito di un'istituzione come la Regione è quello di essere vicino al mondo scolastico, fornendo i device e gli strumenti necessari, garantendo agli insegnanti una adeguata formazione e verificando puntualmente quali siano le esigenze degli istituti per affrontare al meglio la sfida digitale".

Da quando è iniziata la pandemia, la Regione ha messo a disposizione della didattica digitale circa 4,8 mln di euro per aggiornare gli strumenti delle famiglie (pc portatili, tablet, chiavette usb), attingendo al Fondo sociale europeo e avvalendosi di risorse regionali e ministeriali.

Per quanto riguarda invece la banda ultra larga, il Friuli Venezia Giulia sarà tra le prime in Italia a portare la fibra in tutti gli istituti scolastici secondari e in gran parte delle scuole primarie grazie allo sblocco di 10 milioni di euro di fondi statali Cipe e alla riallocazione di quasi 9 milioni di euro del Piano scuole infrastrutture.

Si prevede di coprire il 100% degli istituti superiori, il 58% delle medie, il 48% delle elementari e il 47% delle scuole dell'infanzia. L'obiettivo dell'Amministrazione regionale è quello di garantire un servizio di connettività alla velocità di 1 Gbps grazie alla fibra ottica di proprietà della Regione.

Entro luglio, inoltre, sarà elaborato il nuovo Programma scuola digitale 2021-2023 con il coinvolgimento dei diversi portatori di interesse e dei soggetti che possano fornire un contributo qualificato al processo sia sul fronte delle infrastrutture e dei servizi (connettività, servizi di rete, dotazione tecnologica e informatica) che su quello della didattica digitale (azioni di innovazione metodologica, benessere digitale, formazione).

La fase regionale dell'edizione 2021 del Premio Scuola Digitale, fra le scuole del primo ciclo, ha visto la vittoria dell'istituto Caprin di Trieste con il progetto "Viaggio nell'etere". Fra quelli del secondo ciclo si è imposto invece il Deledda Fabiani, sempre di Trieste, con l'iniziativa intitolata "Spazio virtuale", dedicata al Parco della Rimembranza che si trova sulle pendici del Colle di San Giusto. ARC/RT/pph



Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Istruzione: Rosolen, Regione vicina a scuole in transizione digitale

TriestePrima è in caricamento