Lavinox: Bini, lunedì richiesta incontro a Ministero Lavoro

Al vaglio Cigs e fondo rotazione a garanzia stipendi

Pordenone, 31 gen - "Lunedì mattina la Regione richiederà un incontro urgente al Ministero del Lavoro, concordato con i sindacati e Unindustria Alto Adriatico, per stringere i tempi nel tentativo di trovare una soluzione sul caso Lavinox. In quell'occasione ci adopereremo affinché venga presa in esame la possibile attivazione di una cassa integrazione straordinaria in deroga al limite massimo complessivo di utilizzo degli ammortizzatori sociali nel quinquennio in corso mentre, dal canto nostro, valuteremo l'opportunità di attivare un fondo di rotazione per sostenere l'anticipazione dello stipendio in attesa dell'erogazione statale".

Lo ha dichiarato l'assessore regionale alle Attività produttive Sergio Emidio Bini al termine dell'incontro svoltosi nella sede di Unindustria Alto Adriatico a Pordenone. Alla presenza del presidente dell'associazione di categoria Michelangelo Agrusti e dei rappresentanti delle varie sigle sindacali, il vertice è servito per fare il punto della situazione attuale ed esplorare nuove strade che consentano di trovare una soluzione alla vertenza.

"La Regione - ha detto l'esponente dell'Esecutivo Fedriga - sta seguendo con molta attenzione e scrupolosità questa vicenda, mettendo in campo tutti gli strumenti a sua disposizione e illustrando a possibili acquirenti gli sgravi contributivi e i fondi che la Regione può offrire a chi è intenzionato ad investire in Friuli Venezia Giulia".

All'orizzonte c'è però la necessità di individuare una soluzione, specie in ragione del fatto che il 14 febbraio scadono i contratti di solidarietà dei lavoratori della Lavinox. Di qui la richiesta urgente di incontro al Ministero del Lavoro. ARC/AL/dfd



In Evidenza

I più letti della settimana

Torna su
TriestePrima è in caricamento