Lavoro: necessario condividere con aziende interventi formativi



Trieste, 4 apr - La Regione è a disposizione delle aziende per formare le figure professionali ricercate dalle aziende locali e sulle quali queste intendono investire nei prossimi anni, creando una relazione virtuosa tra il tessuto produttivo, il sistema della formazione regionale e i centri per l'impiego, che valorizzi le professionalità presenti sul territorio. Una sinergia che sarà sviluppata attraverso l'inserimento di Confindustria nel Tavolo tecnico regionale per il lavoro, il rafforzamento dell'attività dei centri per l'impiego e il coordinamento dell'Amministrazione regionale.

È quanto emerso da un incontro tra l'assessore regionale a Lavoro e Formazione e i rappresentanti di Confindustria regionale e delle sue emanazioni territoriali e quelli degli enti di formazione operanti in Friuli Venezia Giulia, durante il quale è stato evidenziato che in Friuli Venezia Giulia il 12 per cento dei rapporti di lavoro è intermediato dalla Regione (compresi i tirocini) e le agenzie per per l'impiego (Apl) private coprono un ulteriore 10 per cento.

Nello specifico è stata quindi rimarcata la necessità di costruire un sistema complessivo, che evidenzi le necessità delle aziende e di conseguenza consenta alle realtà formative di attuare una programmazione che garantisca risposte concrete alle imprese in un'ottica di breve e medio periodo.

Un quadro nel quale si inserisce anche la formazione mirata al ricollocamento delle persone che hanno perso il lavoro a causa di crisi aziendali. ARC/MA/ppd



In Evidenza

I più letti della settimana

  • Covid: Fedriga, serve evidenza scientifica su impatto riaperture

  • Salute: Riccardi, dal 2 marzo riparte ortopedia a San Daniele

  • Covid: Riccardi/Roberti, bene adesione vaccinazioni forze dell'ordine

  • Enti locali: Roberti, accordo Comuni Collio dimostra efficacia riforma

  • Cultura: Gibelli, con Legno Vivo nuovi percorsi formazione artigiani

Torna su
TriestePrima è in caricamento