LAVORO: PANARITI-DEL CONTE (ANPAL), UNIFORMARE POLITICHE ATTIVE

Trieste, 21 dicembre - Sono in alcuni casi "esemplari" le misure adottate dall'Amministrazione regionale del Friuli Venezia Giulia per promuovere l'occupazione. Il giudizio è di Maurizio Del Conte, presidente dell'Agenzia Nazionale per le Politiche Attive del Lavoro (ANPAL), che oggi è in visita a Trieste. Ricevuto nel Palazzo della Regione dall'assessore al Lavoro Loredana Panariti, Del Conte si è fatto illustrare il modello organizzativo degli uffici regionali che operano a favore della maggiore occupazione, nonché i contenuti delle Politiche attivate negli ultimi anni.

Particolarmente apprezzate sono state le relazioni tra gli istituti formativi e il mondo del lavoro, oltre che la costante ricerca di dialogo tra le aziende e i Centri per l'Impiego della Regione. "Riscontrare che i funzionari e gli impiegati pubblici visitino di continuo le imprese è sicuramente positivo - ha affermato Del Conte - ed è uno di quei modi di operare che può veramente fare la differenza. In altre realtà del nostro Paese, purtroppo, manca questa relazione tra istituzioni e settore privato, il che ha delle ricadute inevitabilmente negative sull'allocazione delle risorse e sull'efficienza del mercato nel suo complesso. Viene infatti a mancare il fondamentale incrocio di dati tra domanda e offerta di lavoro".

Durante l'incontro è dunque emerso come sia fondamentale il ruolo degli operatori nella Pubblica Amministrazione, chiamata a calibrare le opportune misure in diversi ambiti quali la ricerca di personale, la rilevazione dei fabbisogni formativi, la predisposizione di tirocini e corsi qualificativi o il collocamento mirato dei disabili. A questo proposito, Panariti ha sottolineato l'impegno della Regione per quanto riguarda la formazione degli operatori.

"È stato un incontro interessante e importante - ha detto l'assessore regionale al Lavoro - utile anche nell'ottica dello scambio di informazioni. Il mettere a sistema le azioni nazionali e regionali è infatti un aspetto cruciale delle Politiche attive". Panariti ha poi ricordato come in Friuli Venezia Giulia si è proceduto a una semplificazione del modello organizzativo, in particolare con l'istituzione dell'Agenzia regionale per il Lavoro che, dal luglio del 2015, ha assunto tutto il personale provinciale e le competenze che fino ad allora risultavano disseminate.

Ed è proprio unificare uno dei messaggi maggiormente ripetuti da Del Conte che, ponendo da esempio la Francia, ha auspicato per l'Italia e le sue Regioni un modello unico di Politiche attive, sia dal punto di vista dei contenuti che di strumentazione tecnica. A tal proposito, risulta fondamentale il processo di digitalizzazione per evitare che ogni Amministrazione regionale adotti dei modelli procedurali differenti, con conseguente dispendio di risorse ed energie. Al termine dell'incontro nel Palazzo della Regione, Del Conte ha fatto visita al Centro per l'Impiego di Trieste.

ARC/PV/fc



In Evidenza

I più letti della settimana

  • Riaperture: Fedriga, da Regioni ok a linee guida

  • Minoranze: Callari, gli sloveni in Fvg sono a casa loro

  • Vaccini: Riccardi, con centro Tarvisio si potenzia offerta in montagna

  • Sport: Fedriga, valori team Luna Rossa importanti per costruire futuro

  • Ristori: Bini, nuovo bando da 7 mln amplia la platea dei beneficiari

Torna su
TriestePrima è in caricamento