LAVORO: PANARITI, "GARANZIA GIOVANI" SEGNA UN CAMBIAMENTO STRUTTURALE

Trieste, 30 lug - "Garanzia Giovani rappresenta la sperimentazione di un Programma di ampio respiro per segnare un cambiamento strutturale delle Politiche del Lavoro e della Formazione a favore delle giovani generazioni".

Lo ha affermato oggi a Trieste l'assessore regionale al Lavoro e alla Formazione del Friuli Venezia Giulia Loredana Panariti in occasione della presentazione dei risultati della ricerca Giovani e lavoro. Motivazioni e caratteristiche del fenomeno NEET nel contesto triestino a partire dall'esperienza dei partecipanti al Progetto Garanzia Giovani FVG realizzata a cura dell'Osservatorio provinciale Politiche sociali e del servizio per l'Impiego della Provincia di Trieste nell'ambito delle attività relative al Protocollo con la Regione per il Sistema Informativo dei Servizi Sociali (SISS).

Gli esiti della ricerca, commissionata all'Istituto Regionale per gli Studi di Servizio Sociale (IRSSeS), costituiscono i presupposti per la formulazione di possibili risposte e strategie propositive rispetto alle questioni collegate alla disoccupazione giovanile e alla ricerca di un impiego.

Un rapporto, come ha sottolineato Panariti, estremamente interessante e utile, che mette a frutto le interviste dirette a più di 300 giovani coinvolti dal Centro per l'Impiego di Trieste nell'ambito della progettualità del Piano Integrato di Politiche per l'Occupazione e il Lavoro (PIPOL) del FVG, e che dà un positivo riscontro alla costruzione di quella rete tra i tanti diversi attori, istituzioni pubbliche, università, enti formativi e di ricerca, propedeutica anche per una buona programmazione delle politiche e per l'utilizzo delle risorse.

Anche gli elementi conclusivi e di carattere propositivo della ricerca risultano in sintonia con le azioni intraprese dall'Amministrazione regionale. Se PIPOL è anche uno specchio per riflettere sul lavoro svolto, consapevoli che ancora tanto c'è da fare e che sarà sempre più necessario percorrere nuove strade e sperimentazioni per rispondere alle sfide di questo tempo, i primi riscontri e i dati a disposizione sono positivi.

Panariti ha ricordato che il 37 per cento dei partecipanti a PIPOL, che ricomprende Garanzia Giovani, ha avuto un rapporto di lavoro o un tirocinio, e ha citato il buon raccordo con lo Sportello Lavoro aperto presso l'Ateneo triestino e il consolidarsi di un'idea di formazione non fine a se stessa ma quale strategia e strumento di sviluppo territoriale.

ARC/Com/RED



In Evidenza

I più letti della settimana

  • Vaccini: Riccardi, 13/4 agende aperte per inoculazioni palestra Sacile

  • Protezione civile: Zilli a trentesimo fondazione gruppo di Mortegliano

  • Enti locali: Roberti, condividere iter di riforma tributi immobiliari

  • Banda ultralarga: Fedriga, soddisfazione per completamento rete Fttx

  • Attività produttive: Bini, 1 mln a Pmi per investimenti tecnologici

Torna su
TriestePrima è in caricamento