Sabato, 25 Settembre 2021
Notizie dalla giunta

LAVORO: PANARITI, MODERATAMENTE POSITIVI I DATI 2014 GRAZIE ALL'EXPORT

Trieste, 14 lug - L'economia regionale ha registrato nel 2014 alcuni segnali di miglioramento, con una ripresa delle esportazioni trainate dalla meccanica, metallurgia e dal settore del mobile. Rimane, tuttavia, irrisolto il nodo della debolezza della domanda interna e degli investimenti, che implicano il persistere di un'espansione dell'offerta di lavoro e della disoccupazione in un contesto generale d'incertezza. Lo ha evidenziato l'assessore regionale al Lavoro Loredana Panariti, oggi a Trieste a margine della presentazione della pubblicazione "Il mercato del lavoro in FVG - principali evidenze del 2014".

La ricerca, realizzata dal Servizio osservatorio mercato del lavoro regionale, anticipa gli aspetti di congiuntura del consueto report annuale sul mercato del lavoro del Friuli Venezia Giulia, illustrando i principali indicatori e fornendo una prima sintesi interpretativa dell'andamento del lavoro.

L'occupazione ha ritoccato l'anno scorso in regione nuovamente verso il basso (495 mila unità), ma con una flessione accentuata per il lavoro dipendente. E' proseguita la crescita della disoccupazione, che si attesta a 43 mila unità (l'8 p.c. il tasso: 8,9 per le donne e 7,3 per gli uomini), ma si è verificata una ripresa delle assunzioni e un forte incremento del ricorso ai voucher.

Lo sviluppo del lavoro accessorio, che coinvolge ormai all'anno in FVG 45 mila lavoratori, soprattutto giovani, "impone - ha detto Panariti - di pensare a linee specifiche di intervento, soprattutto nel campo della formazione per questi lavoratori". "Vanno evidenziati alcuni indubbi segnali positivi relativi al 2014 - ha spiegato l'assessore -: la ripresa delle assunzioni, soprattutto nell'industria (+ 9,3 per cento) e nell'agricoltura, che prosegue quindi un interessante trend al rialzo, e una timida ripresa, dopo il tracollo dello scorso anno, delle assunzioni per i più giovani".

La ricerca evidenzia anche l'elevato ricorso agli ammortizzatori sociali: le ore autorizzate di Cig sono salite a quasi 31,3 milioni di ore; i nuovi ingressi in lista di mobilità (ai sensi della L. 223/91) si attestano invece a 5.825 su un totale di 9.266 iscritti. I dati relativi ai primi mesi del 2015 presentano invece dei miglioramenti: un calo marcato delle ore di Cig, degli ingressi in lista di mobilità e l'aumento delle assunzioni e dei saldi riferiti ai contratti a tempo indeterminato.

"Il documento - ha evidenziato Panariti - ci dice che è stata positiva la scelta fatta in sede d'approvazione della Finanziaria regionale per incentivare il lavoro a tempo indeterminato, così per le donne over 55 come per i giovani tramite Garanzia giovani: i primi dati relativi a quest'anno ci mostrano infatti un aumento molto importante dei contratti a tempo indeterminato".

La pubblicazione (consultabile sul sito: www.regione.fvg.it/rafvg/cms/RAFvg/formazione-lavoro/dati-analisi- mercato-lavoro), è stata presentata da Marco Cantalupi e Adriano Coslovich del Servizio osservatorio del mercato del lavoro e dal direttore centrale della Direzione lavoro Ruggero Cortellino. Alla presentazione hanno partecipato i consiglieri regionali Giulio Lauri e Alessio Gratton.

ARC/MCH



In Evidenza

Potrebbe interessarti

LAVORO: PANARITI, MODERATAMENTE POSITIVI I DATI 2014 GRAZIE ALL'EXPORT

TriestePrima è in caricamento