rotate-mobile
Sabato, 18 Maggio 2024
Notizie dalla giunta

Lavoro: Rosolen, avviato il Programma quadriennale per la sicurezza

Trieste, 8 feb - "Il Programma delle iniziative per la sicurezza sul lavoro è il primo documento di programmazione che la Regione mette in atto sull'argomento nel sistema scolastico e della formazione. Era necessario un intervento che mettesse in evidenza tutte le linee d'azione, con la convinzione che promuovere attività per consolidare e migliorare la sicurezza sia una responsabilità condivisa in ogni settore della nostra società. Lo dovevamo rispetto a tutti coloro che hanno perso la vita o sono rimasti infortunati sul luogo di lavoro". Questi i concetti espressi dall'assessore regionale al Lavoro Alessia Rosolen per presentare, questa mattina a Trieste, il "Programma delle iniziative per il consolidamento ed il miglioramento delle attività per la sicurezza sul lavoro 2022-2025". Il documento è stato redatto con il contributo dell'Inail, della Direzione centrale salute e protezione sociale, dell'Agenzia Lavoro & Sviluppoimpresa, degli enti di formazione e delle parti sindacali e datoriali. A rappresentare gli enti coinvolti hanno partecipato alla conferenza stampa, tra gli altri, il presidente di Confindustria Alto Adriatico Michelangelo Agrusti, la direttrice dell'Ufficio scolastico regionale Daniela Beltrame, il segretario regionale della Uil Matteo Zorn, la direttrice di Inail Fvg Angela Forlani e il coordinatore del Tavolo regionale degli enti di formazione Marco Zaia. L'assessore, dopo aver ringraziato i soggetti partner, ha posto l'accento sull'importanza di condividere percorsi di formazione e sensibilizzazione sin dal periodo scolastico, ricordando in particolare la recente presentazione della "Carta di Lorenzo", a un anno di distanza dalla morte di Lorenzo Parelli. "Non vogliamo - ha sottolineato Rosolen - che questo rimanga un atto circoscritto a una singola ricorrenza ma che rimanga nel tempo un faro che indirizzi tutte le azioni che promuovano le buone pratiche in materia di sicurezza". Il programma 2022-2025 è suddiviso in due parti. La prima, a cura della Direzione regionale Inail, descrive il quadro dell'andamento degli infortuni (distinti per: annualità, settore, genere, luogo di accadimento, gestione, esito, tipo di indennizzo) e delle malattie professionali in Friuli Venezia Giulia dal 2017 a oggi; la seconda definisce cinque linee programmatiche tra le attività di competenza della Direzione centrale lavoro, formazione, istruzione e famiglia. Tra i numeri che emergono nello studio dell'Inail, nel periodo 2017-2021 è stata registrata in regione una media di 16.606 denunce di infortuni sul lavoro all'anno (il 2,7 percento del dato nazionale), la maggior parte dei quali sono occorsi in imprese del settore manifatturiero, delle costruzioni e dei servizi. Le linee d'intervento individuate nella seconda parte del Programma riguardano le azioni di programmazione e coordinamento, la diffusione della cultura della prevenzione tra gli studenti, la sicurezza dei percorsi formativi, i percorsi per migliorare la sicurezza e la qualità della vita e gli interventi a favore del settore edile. ARC/PAU/ma

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lavoro: Rosolen, avviato il Programma quadriennale per la sicurezza

TriestePrima è in caricamento