Lunedì, 17 Maggio 2021
Notizie dalla giunta

Lavoro: Rosolen, domicilio fiscale per modulare incentivi assunzioni



Trieste, 14 apr - "Nel determinare l'ammontare degli incentivi regionali per le assunzioni, è giusto dedicare un'attenzione particolare a chi ha contribuito alla crescita del tessuto sociale e produttivo della nostra Regione e ha pagato in prima persona gli effetti della crisi economica. Cogliamo l'opportunità della discussione di questa legge per chiarire un concetto spesso foriero di interpretazioni distorte e letture strumentali".

Così questa mattina l'assessore al Lavoro, Alessia Rosolen, intervenendo nel corso della discussione della Seconda commissione sulle parti di competenza del disegno di legge n. 130. "Il testo - ha chiarito Rosolen - declina il principio di rilevanza territoriale degli interventi regionali in maniera rispettosa del pronunciamento della Corte Costituzionale".

"Ribadiamo la convinzione secondo cui sia corretto nei confronti della popolazione avvalersi della facoltà di modulare l'ammontare degli incentivi di politica attiva del lavoro anche in considerazione del periodo di possesso continuativo del domicilio fiscale sul territorio regionale da parte dei lavoratori. Chi ha lavorato e pagato le tasse in Friuli Venezia Giulia e ha perso l'occupazione senza averne alcuna responsabilità - ha sottolineato l'assessore - va infatti sostenuto nel momento in cui intraprende un nuovo percorso di immissione nel mercato del lavoro".

Secondo l'esponente della Giunta "la norma serve a dare attuazione, con riferimento agli strumenti di politica attiva del lavoro, al principio di rilevanza territoriale degli interventi regionali in una modalità che sia, nel contempo, rispettosa del magistero della Suprema Corte e idonea a valorizzare i principali tratti caratterizzanti la specialità statutaria del Friuli Venezia Giulia in materia di autonomia finanziaria. Il regolamento attuativo potrà prevedere che l'ammontare degli incentivi sia modulato in riferimento al periodo di possesso continuativo, alla data di presentazione della domanda di incentivo, del domicilio fiscale sul territorio regionale da parte delle lavoratrici e dei lavoratori di cui viene sostenuta l'assunzione o la stabilizzazione".

"Alla luce della delicatezza del tema e della complessità del momento storico - ha aggiunto Rosolen in conclusione - confido che nessuno speculi su quello che è un principio di salvaguardia per chi risiede sul territorio ed è alla ricerca di un'opportunità di lavoro. Abbiamo determinato criteri e misure perfettamente coerenti con il quadro giuridico vigente e con gli obiettivi politici di questa amministrazione, che non accetta l'idea di abdicare rispetto alla facoltà di legiferare per tutelare e sostenere il tessuto sociale e produttivo di questa Regione". ARC/RT/al



Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lavoro: Rosolen, domicilio fiscale per modulare incentivi assunzioni

TriestePrima è in caricamento