Lavoro: Rosolen, legge lavoro dà dignità a rapporti con parti sociali

Duino Aurisina, 9 ott - L'impegno dell'Amministrazione regionale, codificato nella nuova legge sul lavoro, a investire nella formazione, nella conciliazione, dando dignità istituzionale al confronto con le associazioni datoriali e sindacali.

Questo il concetto espresso oggi a Duino Aurisina dall'assessore regionale al Lavoro del Friuli Venezia Giulia, Alessia Rosolen, nel corso dell'Assemblea annuale di ManagerItalia Fvg.

Approfondendo il tema della formazione, l'assessore ha spiegato che, a differenza del passato quando la fase dell'apprendimento terminava con il ciclo scolastico o universitario, il mondo del lavoro contemporaneo richiede un ciclo formativo continuo, soprattutto in chiave di reinserimento occupazionale. "Per questo motivo - ha spiegato Rosolen - la Regione interviene in maniera significativa in tale settore, anche nell'accreditamento degli enti bilaterali che lo richiedano".

Fondamentale anche l'aver formalizzato la relazione tra l'Amministrazione e i corpi intermedi, "perché la politica, per governare, ha bisogno di rapporti costanti con le parti sociali".

Infine, la conciliazione vita-lavoro, come ha sottolineato l'assessore, rappresenta la sfida del futuro, in quanto è diventato un ambito che coinvolge non più solo le donne, ma tutti i lavoratori. ARC/GG/al



In Evidenza

I più letti della settimana

  • Covid: Fedriga, dopo taglio su vaccini serve riequilibrio tra Regioni

  • Covid: Riccardi, da 19/01 vaccinazioni solo per richiamo seconda dose

Torna su
TriestePrima è in caricamento