rotate-mobile
Mercoledì, 21 Febbraio 2024
Notizie dalla giunta

Lavoro: Rosolen, Regione conferma attenzione a politiche occupazione



Pordenone, 28 nov - "Continua l'attenzione dell'Amministrazione regionale nei confronti dei lavoratori e delle imprese del Friuli Venezia Giulia per il consolidamento e il miglioramento della qualità dell'occupazione sul territorio. Un impegno che intreccia la programmazione e le risorse regionali a quelle previste dai Programmi Gol, l'azione di riforma prevista dal Piano nazionale di ripresa e resilienza dell'Italia e "Piazza", il programma regionale per l'apprendimento che si avvale anche delle risorse della nuova programmazione del Fondo sociale europeo 2021-27".

Lo ha affermato l'assessore regionale al Lavoro, formazione, ricerca e università Alessia Rosolen oggi pomeriggio nel corso dell'illustrazione del Defr (Documento economico finanziario della Regione) in Seconda Commissione consiliare. Sono previsti oltre 11,5 milioni di euro a favore delle misure di inserimento occupazionale, di tutela dei lavoratori e sul fronte degli incentivi alle imprese volti alla riqualificazione e a nuove assunzioni. L'assessore ha inoltre evidenziato come i dati sull'occupazione - come emerge in particolare dall'Osservatorio regionale del mercato del lavoro - restituiscono al Friuli Venezia Giulia, ponendo la regione ai primi posti a livello nazionale, numeri molto positivi sia rispetto ai livelli occupazionali che alla stabilità occupazionale e ai reinserimenti lavorativi. Inoltre è stato sottolineato anche il dato positivo legato al recupero del "gender gap" "che è diminuito - ha sottolineato Rosolen - di ben 11 punti negli ultimi anni incrementato i dati di occupazione delle donne".

Rispetto al bilancio di Stabilità, 3,5 milioni di euro sono previsti per i contratti di solidarietà difensivi e l'integrazione della retribuzione dei lavoratori coinvolti in crisi aziendali al fine di evitare la riduzione del personale delle aziende in difficoltà ricorrendo invece a una diminuzione dell'orario di lavoro. "Questo è uno strumento - ha spiegato l'assessore al Lavoro - che consente alla Regione di mantenere l'occupazione a fronte di una diminuzione della produzione da parte dell'impresa e dare certezze e continuità occupazionale ai lavoratori".

Ulteriori otto milioni sono destinati agli incentivi alle imprese legati all'assunzione di disoccupati con contratti di lavoro a tempo determinato o a tempo indeterminato. "Si tratta - ha precisato ancora l'esponente della Giunta regionale - di sostegni rivisitati in funzione dell'evoluzione della normativa nazionale e delle opportunità che si possono ravvisare in un'attenta analisi del mercato del lavoro. Abbiamo ritenuto di privilegiare l'inserimento lavorativo a tempo indeterminato e la trasformazione di contratti ad alto rischio di precarizzazione in contratti stabili abbassando così facendo il tasso di precarietà".

Si è voluto anche continuare nel sostegno al comparto dell'edilizia, particolarmente importante per l'economia regionale. "Sono infatti stati confermati - ha informato l'assessore - i contributi (con uno stanziamento di 150 mila euro) alle Casse edili per la promozione, attraverso percorsi di formazione e informazione, della regolarità lavorativa nel settore regionale delle costruzioni".

Sulle politiche attive del lavoro l'assessore ha infine sottolineato come - oltre alle forti collaborazione con le Agenzie per il Lavoro - si sia puntato al rafforzamento dei Centri per l'impiego regionali per i quali si sono concluse le procedure di assunzione di nuovo personale in modo da potenziare tutte le sedi del territorio regionale. ARC/LIS/al



In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lavoro: Rosolen, Regione conferma attenzione a politiche occupazione

TriestePrima è in caricamento