rotate-mobile
Domenica, 23 Gennaio 2022
Notizie dalla giunta

Lavoro: Rosolen, rete servizi pubblici e privati per lavoro domestico



Udine, 2 dic - "Sarà costituito un tavolo ristretto per creare una rete dei servizi pubblici e privati che si occupano di lavoro domestico al fine di superare le criticità che famiglie e operatori incontrano in questo settore e che spesso derivano da strumenti normativi da ritarare rispetto all'attrattività e alla specificità del territorio. Tavolo, che terrà conto anche di quanto emerso da questo seminario".

Lo ha annunciato l'assessore regionale al Lavoro, formazione, istruzione, ricerca, università e famiglia, Alessia Rosolen, intervenendo nel corso della prima delle due giornate di seminario online su 'Il lavoro domestico e la rete dei servizi a supporto della domiciliarità'.

"L'obiettivo primario che la Regione si pone - ha detto l'assessore riferendosi anche agli interventi che si sono susseguiti - è quello di lavorare per costruire una rete il più possibile ampia sul territorio e per rendere continuativi, e non più sperimentali, i servizi nell'ambito del lavoro domestico e dell'assistenza alla persona".

"Per la definizione di tale rete - ha precisato - si terrà conto anche degli incontri già avuti con le singole realtà e degli spunti raccolti".

Il Friuli Venezia Giulia - ha ricordato l'assessore - nel 2007 ha attivato Si.Con.Te, gli sportelli informativi gratuiti per facilitare l'incrocio domanda-offerta di lavoro in ambito domestico, che sono diventati in questi anni soggetto attivo nel mondo del lavoro in grado di fornire risposte alle famiglie in situazioni anche emergenziali.

"Accanto al supporto ai cittadini nella ricerca di personale per l'assistenza ai propri cari - ha riferito l'assessore nel corso del suo intervento - vi è il tema della formazione degli operatori e su questo punto la Regione ha definito uno specifico percorso per certificare le competenze acquisite anche in esperienze professionali pregresse, da parte degli assistenti familiari".

"Un modello - ha voluto evidenziare Rosolen - che finora non è stato sufficientemente considerato a livello strutturale".

L'assessore ha anche fatto riferimento ai temi del contrasto al lavoro nero e degli ammortizzatori sociali, in merito ai quali le Regioni "hanno il dovere di intervenire".

L'assessore si è inoltre detta certa che "solo trattando in modo trasversale il tema, con la legge sul lavoro, la legge sulla formazione, la legge sulla famiglia e mettendo insieme i soggetti che operano sul territorio, instaurando rapporti di dialogo e di collaborazione, sarà possibile dare risposte alle criticità e alle difficoltà che incontrano le persone e tutti gli attori a vario titolo impegnati sul campo".

Focus dell'evento online odierno sono stati il contratto di lavoro domestico e i servizi volti a facilitare l'incontro tra la domanda e l'offerta di lavoro, mentre domani si parlerà di 'Anziano non autosufficiente: misure economiche e strumenti nazionali e regionali a supporto delle famiglie'.

Il seminario è rivolto a tutti gli operatori dei servizi pubblici e privati che a vario titolo accompagnano le famiglie e le sostengono nel contesto del bisogno di cura di un familiare anziano o non autosufficiente. In particolare, è destinato ai servizi sociali, ai patronati, alle associazioni di volontariato, ai servizi di intermediazione privati che si occupano di ricercare assistenti familiari. I relatori sono infatti espressione delle principali associazioni di categoria che rappresentano famiglie e lavoratori, firmatari dei contratti collettivi nazionali e attori di riferimento del settore. ARC/CM/ma



In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lavoro: Rosolen, rete servizi pubblici e privati per lavoro domestico

TriestePrima è in caricamento