Notizie dalla giunta

Lavoro: Rosolen, riconoscere e tutelare lavoro della cooperazione

Trieste, 8 lug - "Va rigettato con forza il concetto che a un appalto di servizi corrisponda il venir meno dei diritti dei lavoratori, così come l'idea che quello svolto all'interno delle cooperative sia un lavoro di minor pregio". Lo ha detto oggi a Trieste l'assessore regionale al Lavoro del Friuli Venezia Giulia, Alessia Rosolen, nel corso del suo intervento all'assemblea delle cooperative associate a legacoopfvg. La stessa Rosolen ha sottolineato con determinazione l'importanza del ruolo degli operatori del settore pubblico in questo anno e mezzo di pandemia: non solo quelli del settore sanitario, ma anche quelli della macchina amministrativa istituzionale che ha erogato tutti quegli interventi che hanno consentito al paese di resistere a fronte dell'impatto economico del Covid. Allargando il ragionamento all'aspetto occupazionale della crisi, l'assessore ha ribadito come il Friuli Venezia Giulia rappresenti una delle regioni che ha retto meglio l'urto della pandemia, con dati positivi a livello nazionale relativamente al lavoro giovanile nel pordenonese e nell'area giuliana per quello femminile. Un quadro complessivo a livello locale che, come ha affermato Rosolen, testimonia la condizione di un territorio che ha saputo resistere meglio di altri, anche "grazie agli ammortizzatori che l'Amministrazione ha saputo predisporre e mettere in atto per venire incontro alle situazioni di difficoltà generate dall'emergenza". L'assessore ha infine ringraziato le realtà della cooperazione regionale per il contributo apportato in termini di proposte e suggerimenti alla Strategia di specializzazione intelligente (Smart Specialization Strategy - S3), quale strumento di programmazione finalizzato a migliorare l'efficacia delle politiche di ricerca e innovazione. ARC/GG/pph


Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lavoro: Rosolen, riconoscere e tutelare lavoro della cooperazione

TriestePrima è in caricamento