rotate-mobile
Notizie dalla giunta

Lingue minoritarie: Regione, successo iscrizioni per corso sloveno

Parte a ottobre progetto formativo per le traduzioni giuridiche nella Pubblica amministrazione Trieste, 14 set - Ha registrato un importante numero di richieste di ammissione il nuovo corso di perfezionamento in traduzione giuridica italiano-sloveno, nato dalla collaborazione tra l'Ufficio centrale per la lingua slovena e l'Università degli Studi di Trieste grazie al patrocinio ed il sostegno finanziario della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia.

Lo ha comunicato l'assessore regionale alle Autonomie locali, il quale ha sottolineato che le numerose candidature pervenute premiano il lavoro svolto per realizzare questo progetto che vede coinvolti la Regione e l'Ateneo triestino.

Come ha spiegato l'esponente della Giunta regionale, sono 42 le domande arrivate all'attenzione del Dipartimento di Scienze Giuridiche, del Linguaggio, dell'Interpretazione e della Traduzione, alcune delle quali provenienti anche da oltre confine. Alla luce di questo numero è stata superata la soglia minima prevista per l'attivazione del percorso di studi, spetterà quindi all'Università a fine settembre avviare la selezione tramite colloquio per formare la prima classe (20 corsisti) del progetto pilota. Le lezioni avranno inizio ad ottobre 2022 per terminare a giugno 2023 con lo svolgimento della prova finale degli ammessi.

L'Amministrazione regionale, come ha rimarcato l'assessore, ha lavorato a lungo per permettere al percorso formativo di prendere vita, partendo dalla creazione nel 2018 dell'Ufficio centrale per la lingua slovena. Successivamente è stato avviato un processo di standardizzazione della terminologia giuridico-amministrativa in sloveno utilizzata dalle pubbliche amministrazioni attraverso la proficua collaborazione con l'Università di Trieste. Questo permetterà alla Regione di rafforzare la presenza di personale bilingue negli enti locali e nella stessa Amministrazione regionale, azzerando di fatto le difformità interpretative. Una scelta vincente, come ha osservato l'assessore, che si inserisce in un panorama di collaborazioni volte ad elevare le competenze del personale ed i servizi per la collettività.

Il rappresentante dell'Esecutivo ha poi ricordato il contributo regionale di 50mila euro e la gratuità del corso.

In dettaglio, infine: docenti universitari, giuristi e traduttori professionisti saranno a disposizione nelle 1.250 ore di studio di cui 250 in presenza, declinate in 50 crediti formativi universitari tra lezioni frontali, laboratori di scrittura, di traduzione e di esercitazioni pratiche, distribuite in due sessioni pomeridiane infrasettimanali ed una il sabato tali da consentire l'attività lavorativa dei partecipanti. ARC/GG/pph



In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lingue minoritarie: Regione, successo iscrizioni per corso sloveno

TriestePrima è in caricamento