Mercoledì, 16 Giugno 2021
Notizie dalla giunta

Lingue minoritarie: Roberti, 50mila euro per bando dialetti veneti



Trieste, 21 mag - "La Regione sosterrà le iniziative per la valorizzazione dei dialetti veneti parlati in Friuli Venezia Giulia attraverso un bando con una dotazione economica di 50mila euro, al quale potranno partecipare realtà private senza fine di lucro e cooperative che svolgono attività culturali o artistiche operanti nei settori della prosa, della musica o della danza. In questo modo tuteliamo una parte importante del caleidoscopico connubio di culture e tradizioni diverse che caratterizza la nostra regione".

Lo ha annunciato l'assessore regionale alle Lingue minoritarie, Pierpaolo Roberti, dopo l'approvazione da parte della Giunta della bozza del "Bando per interventi riguardanti la valorizzazione dei dialetti di origine veneta parlati nella regione Friuli Venezia Giulia indicati all'articolo 2 della legge regionale 17 febbraio 2010, n. 5", la quale sarà ora trasmessa al Comitato regionale per la valorizzazione dei dialetti di origine veneta" per il relativo parere e poi sarà nuovamente sottoposta al vaglio dell'Esecutivo regionale per l'approvazione definitiva.

La domanda di finanziamento può essere presentata da persone giuridiche private senza finalità di lucro o con obbligo statutario di reinvestire gli utili e gli avanzi di gestione nello svolgimento delle attività previste nell'oggetto sociale, oppure società cooperative che per statuto svolgono attività esclusivamente o prevalentemente culturali o artistiche operanti nei settori della prosa, della musica o della danza. Tali realtà devono avere sede legale o operativa in Friuli Venezia Giulia e possono partecipare al bando sia singolarmente o nell'ambito di un rapporto di partenariato.

Le attività finanziabili riguardano in particolare i settori 'Studi e ricerche' e 'Attività culturali e spettacolo'. Per quanto concerne il primo contemplato: lo studio e la ricerca storica e demo-etno-antropologica; l'organizzazione di seminari e convegni; la raccolta e la conservazione del patrimonio culturale e dialettale; concorsi, premi e borse di studio, anche in collaborazione con gli istituti scolastici e le università della regione; la redazione e pubblicazione di repertori dialettali e altri documenti delle aree storiche, culturali e linguistiche del Friuli Venezia Giulia. Per le 'Attività culturali e spettacolo' il bando sostiene: le iniziative editoriali, discografiche, audiovisive, multimediali ed espositive; la produzione e distribuzione di spettacoli musicali e teatrali; festival e manifestazioni culturali, teatrali e musicali; la promozione delle tradizioni folcloristiche e popolari regionali.

Secondo quanto previsto dal bando, il finanziamento minimo concesso è di 2.500 euro e può raggiungere un massimo di 5.000 euro se l'intervento è oggetto di una domanda singola, e di 15.000 euro se è realizzato nell'ambito di un rapporto di partenariato. Attraverso il bando sarà possibile coprire fino al 100% delle spese ammissibili, ma i finanziamenti non potranno superare il fabbisogno di finanziamento, ovvero la differenza tra i costi e le entrate complessive dell'iniziativa. ARC/MA/ep



Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lingue minoritarie: Roberti, 50mila euro per bando dialetti veneti

TriestePrima è in caricamento