Notizie dalla giunta

Lingue minoritarie: Roberti, corso ARLeF specializza i giornalisti

Udine, 27 set - "Se vogliamo tutelare a pieno le lingue minoritarie della nostra regione è necessario che queste siano parlate non solo a casa, ma in ogni luogo e in ogni momento della giornata. La Regione, attraverso il piano generale di politica linguistica, ha fatto in questi anni dei passi in avanti importanti e penso che queste azioni si siano ben radicate nel tessuto socio-economico del nostro territorio". Così l'assessore regionale alle Autonomie locali con delega alle lingue minoritarie, Pierpaolo Roberti, è intervenuto in occasione della consegna degli attestati ai 20 giornalisti che hanno partecipato al primo corso di lingua friulana organizzato dall'ARLeF - Agenzia Regionale per la Lingua Friulana - e dall'Ordine regionale dei giornalisti. Il corso, il primo nel suo genere, era rivolto ai professionisti e pubblicisti con un'ottima conoscenza della lingua friulana parlata e si poneva l'obiettivo di offrire una formazione specifica per scrivere in "marilenghe" secondo la grafia ufficiale, anche mediante gli strumenti informatici a disposizione. "Per fare informazione, i professionisti del settore devono essere massimamente specializzati - ha aggiunto Roberti -. Ciò non deve valere solo per l'italiano, ma anche per il friulano e penso che questo corso soddisfi a pieno questo obiettivo. Un'iniziativa che è stata condivisa su largo raggio, essendo stata recepita non solo da soggetti privati, ma anche dall'istituzione stessa e dall'Ordine dei giornalisti". L'assessore ha concluso il suo intervento con l'auspicio che la convenzione stipulata con la Rai per la diffusione del friulano non si limiti alle "poche ore all'anno di programmazione" attualmente previste, in ragione di "un'ampia fetta di pubblico che desidera ascoltare trasmissioni televisive e radiofoniche in lingua friulana". Il programma del corso prevedeva un totale di 12 incontri, svolti tra aprile e luglio di quest'anno per un totale di 25 ore, durante i quali il docente Michele Calligaris ha affrontato i più disparati temi della vita quotidiana partendo da concetti grammaticali di base, per poi arrivare ad argomenti più complessi. Ogni lezione è stata divisa in due parti: una più teorica e la seconda più pratica, con esercizi grammaticali svolti in classe, letture e prove di traduzione o produzione scritta. Al termine di ogni lezione sono stati assegnati esercizi facoltativi da completare in autonomia e inviare al docente durante la settimana oppure da correggere assieme, nel corso della lezione successiva. A chiusura del percorso i giornalisti che hanno frequentato almeno il 70% delle lezioni hanno sostenuto una prova finale che, se superata, dava diritto all'attestato di partecipazione permettendo di richiedere il riconoscimento dei crediti formativi professionali. Oltre all'assessore regionale Roberti, erano presenti alla consegna degli attestati anche il presidente del Consiglio regionale Piero Mauro Zanin, il presidente dell'ARLeF Eros Cisilino e il presidente dell'Ordine dei giornalisti del Friuli Venezia Giulia, Cristiano Degano. ARC/PAU/gg

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lingue minoritarie: Roberti, corso ARLeF specializza i giornalisti
TriestePrima è in caricamento