Lunedì, 18 Ottobre 2021
Notizie dalla giunta

Logistica: Santoro, 18 mln euro per competitività Aussa Corno

San Giorgio di Nogaro, 15 novembre - "Con una serie di interventi, per complessivi 18 milioni di euro, questa zona industriale può competere con maggior vigore all'interno del sistema portuale dell'Alto Adriatico, dando al contempo valore aggiunto all'intero comparto produttivo e logistico regionale".

È stato questo il commento dell'assessore regionale alle Infrastrutture Mariagrazia Santoro al termine della presentazione dei diversi cantieri che la Regione ha avviato all'interno della zona industriale dell'Aussa Corno (Ziac).

L'incontro si è svolto nella sede della Ziac, alla presenza dei vertici della struttura, del sindaco di San Giorgio di Nogaro nonché dei rappresentanti degli enti interessati dalle opere.

I progetti fanno parte del patto territoriale redatto alla fine degli anni '90 che prevedono una serie di interventi sulle infrastrutture ferroviarie e il riassetto idraulico della zona industriale. Nel 2014 la Regione è subentrata al consorzio Aussa Corno nel ruolo di soggetto responsabile del patto per la realizzazione degli interventi infrastrutturali, assumendo poi anche il ruolo di soggetto attuatore e stazione appaltante di 6 interventi.

Lo scorso mese di ottobre sono state assegnate le opere del valore di quasi 6 milioni di euro riguardanti l'adeguamento della rete di canali e fossati di bonifica compatibile con i recenti sviluppi urbanistici, nonché quelle per l'urbanizzazione del comprensorio Fearul per altri 2,5 milioni di euro.

In passato, invece, sono partiti i lavori anche per il potenziamento degli impianti ferroviari a servizio della Ziac (1,25 milioni), la realizzazione del binario secondario (1,3 milioni), l'urbanizzazione della zona industriale (1,26 milioni) e, infine, le opere complementari e di perfezionamento dei lavori urgenti per il dragaggio del fiume Corno (1,8 milioni). Resta ancora da aggiudicare l'intervento per la ristrutturazione di viale Melania per 1,32 milioni di euro, opere che verranno consegnate entro i primi giorni del 2018.

"Con un grande sforzo compiuto dalla Regione e la collaborazione dei vari enti coinvolti - ha detto Santoro - siamo riusciti a riacciuffare i fondi ministeriali del patto territoriale che, altrimenti, sarebbero andati perduti a causa della decorrenza dei termini. Lo stanziamento è stato integrato con altre poste di bilancio regionale per garantire a questa zona industriale il massimo livello di attrezzaggio e infrastruttrazione. Ciò consente a questa area di poter affrontare con maggiore efficienza le sfide imprenditoriali all'interno del sistema portuale dell'Alto Adriatico". Q

"Questi interventi - ha sottolineato l'assessore - rinforzano l'intero comparto, anche alla luce della recente riforma di settore che vede la Ziac all'interno di un unico consorzio industriale insieme a quello udinese e di Gemona-Osoppo. La Regione e gli imprenditori - ha concluso Santoro - hanno creduto sul futuro di questa area e oggi questi risultati si iniziano a vedere". ARC/AL/fc



In Evidenza

Potrebbe interessarti

Logistica: Santoro, 18 mln euro per competitività Aussa Corno

TriestePrima è in caricamento