Maltempo: Vito, bene operazioni di ripristino della corrente elettrica

Trieste, 11 agosto - Proseguono senza sosta le attività dei tecnici dell'Enel per ripristinare integralmente il servizio elettrico in Friuli Venezia Giulia dopo l'ondata di maltempo che ieri ha colpito una vasta parte del territorio regionale e che ha lasciato senza corrente circa 500mila utenti. A questo proposito l'assessore regionale all'Ambiente e all'Energia, Sara Vito, è in continuo contatto con l'azienda distributrice di energia elettrica, dalla quale è giunta la rassicurazione che il servizio è stato ripristinato ad oltre il 90% dell'utenza.

Vito ricorda come in queste ore trova piena applicazione il Protocollo d'intesa siglato l'anno scorso dalla Regione Friuli Venezia Giulia con l'Enel per la gestione delle situazioni di emergenza. Pertanto, l'Azienda garantisce la presenza costante di un suo tecnico nella centrale della Protezione civile, il cui personale, tra l'altro, è stato recentemente istruito proprio dall'Enel a fronteggiare le situazioni di rischio elettrico.

Già in mattinata è stato effettuato un sorvolo in elicottero delle aree di crisi che ha permesso di evidenziare danneggiamenti molto estesi su alcune linee di media tensione, con intere campate e pali a terra. L'intervento di ripristino si presenta quindi molto complesso, con l'Azienda che in base al Piano urgente di attività ha messo in campo 500 tecnici.

Da Vito è dunque giunto un sentito ringraziamento a tutti i professionisti e a tutti i volontari che in queste ore stanno lavorando affinché sia garantito quanto prima e a tutti il servizio elettrico. ARC/PV/ppd



In Evidenza

I più letti della settimana

  • Università: Rosolen, circa 450mila euro per studenti in affitto 2020

  • Covid: Riccardi, c'è attenzione su crescita casi positività in Fvg

  • Salute: Riccardi, con odontoiatria a Monfalcone più risposte

  • Attività produttive: Bini, artigianato esempio di resilienza e ripresa

  • Attività produttive: Bini, ok a riparto 1,5 mln per imprese femminili

Torna su
TriestePrima è in caricamento