rotate-mobile
Mercoledì, 21 Febbraio 2024
Notizie dalla giunta

Manovra bis: Bini, 5mlm a Confidi e 5,9mln per scorrimento graduatorie

Snellite procedure per enti pubblici e imprese nei distretti del commercio Pordenone, 25 ott - Ulteriori cinque milioni di euro a favore dei Confidi per l'abbattimento delle commissioni di garanzia a favore delle imprese colpite dall'aumento dei prezzi dell'energia ma anche snellimento delle procedure per le imprese che rientrano nei distretti del commercio. Sono questi due degli argomenti che l'assessore regionale alle attività produttive Sergio Emidio Bini ha inteso porre in evidenza a margine dei lavori del Consiglio regionale, che sta esaminando l'assestamento bis. In particolare, con un emendamento all'articolo 2 approvato dall'Aula, la Regione destinerà 5 milioni di euro aggiuntivi ai Confidi per la concessione di garanzie e di contribuzioni integrative con i quali abbattere le commissioni di garanzia a favore delle imprese. "Queste ultime - ha spiegato Bini - devono avere sede legale o operativa nel territorio regionale ed essere state colpite dall'aumento dei prezzi del gas e dell'energia elettrica o dalle perturbazioni delle catene di approvvigionamento e dei flussi commerciali, nonché dalla contrazione della domanda o dall'interruzione di contratti e progetti esistenti. Una volta entrata in vigore l'assestamento bis, il riparto dello stanziamento tra i Confidi avverrà rapidamente in quanto sarà effettuato nelle stesse proporzioni di quello del 2020 in occasione dello stanziamento delle risorse per l'emergenza da pandemia Covid-19". Sull'altro fronte, il Consiglio regionale ha dato il via libera ad una modifica della norma relativa ai distretti del commercio, istituiti con la legge Sviluppoimpresa, al fine di snellire le procedure relative al coinvolgimento delle imprese. In sostanza si è provveduto ad estendere a tutte le imprese che rientrano nel territorio dei distretti la possibilità di accedere ai contributi regionali, senza dover sottoscrivere, come previsto in passato, un accordo di partenariato. "L'iter dei distretti del commercio prosegue - ha spiegato Bini - e non appena l'assestamento bis verrà licenziato dall'Aula, la Direzione pubblicherà in tempi molto brevi il relativo regolamento, che recepisce le modifiche e in base al quale imprese ed enti pubblici potranno beneficiare degli incentivi messi a disposizione dalla Regione". Infine, tra le poste principali, l'assessore regionale ha ricordato l'allocazione di nuove risorse pari a 3 milioni 400 mila euro valevoli sul bando Art. 100 per le imprese del Terziario e di 2 milioni e 500 mila euro valevoli per il Fondo Turismo. I entrambi i casi i nuovi stanziamenti permetteranno lo scorrimento delle graduatorie degli aventi diritto. ARC/AL/pph

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Manovra bis: Bini, 5mlm a Confidi e 5,9mln per scorrimento graduatorie

TriestePrima è in caricamento