Venerdì, 22 Ottobre 2021
Notizie dalla giunta

MATTARELLA IN FVG: COLTIVARE EUROPA GIORNO PER GIORNO, MAI PIÙ CONFINI

Gorizia, 26 ottobre - Il confine tra Gorizia e Nova Gorica "che si è progressivamente smaterializzato a tutto vantaggio di una progressiva osmosi tra due comunità oggi costituisce un paradigma dello spirito più autentico dell'Unione Europea". Il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, intervenendo al Teatro Verdi di Gorizia, ha colto nello sviluppo storico di queste terre un tratto esemplare dell'opera di costruzione dell'Unione Europea, "progetto di grande valore - ha detto - che va coltivato giorno per giorno".

I risultati di pacificazione conseguiti negli anni, secondo il Presidente della Repubblica, però, "non devono mai essere considerati scontati ed eterni", perché "altrove, si continuano a mettere in discussione i valori fondanti dell'Unione e non soltanto le sue scelte, evocando velleitariamente la costruzione di nuove barriere". L'ammonimento di Mattarella è che, dunque, "il primato della pace sia irreversibile".

Anche per il Presidente della Repubblica di Slovenia Borut Pahor, non è il momento di prestare ascolto ai timori, agli opportunismi e alle "sirene del nazionalismo". "Ho vissuto con grande gioia - ha detto Pahor - la giornata in cui il confine è sparito e non posso immaginare un confine che esista di nuovo".

Il Presidente sloveno ha confessato di vivere la giornata odierna, con le manifestazioni all'insegna della pacificazione, "come un momento solenne ma anche di intimità", anche perché la casa dei suoi genitori si trova a poco meno di un chilometro dal Teatro Verdi, sede della manifestazione odierna intitolata L'Europa luogo di superamento dei conflitti.

"Negli ultimi cent'anni abbiamo vissuto due guerre con lacrime e sofferenze - ha ricordato Borut Pahor - ma adesso la situazione è cambiata. Se vogliamo garantire ai nostri figli un futuro di pace per sviluppare tutte le loro identità, allora è adesso il momento di fare del nostro meglio per evitare che confini vengano imposti di nuovo, e perché questa amicizia tra due Paesi con lingue diverse si approfondisca".

I due Capi di Stato hanno parlato davanti a un Teatro Verdi nella cui platea sedevano, accanto a tanti cittadini, la presidente della Regione Friuli Venezia Giulia Debora Serracchiani e i sindaci di Gorizia Ettore Romoli e di Nova Gorica Matej Arcon.

ARC/PPH/EP



In Evidenza

Potrebbe interessarti

MATTARELLA IN FVG: COLTIVARE EUROPA GIORNO PER GIORNO, MAI PIÙ CONFINI

TriestePrima è in caricamento