Migranti: Roberti, da flussi irregolari solo criticità per territorio

Trieste, 28 mag - "Avanti con le riammissioni informali e pieno sostegno a Forze dell'ordine e prefetto per quanto stanno realizzando".

Lo afferma l'assessore regionale alla Sicurezza Pierpaolo Roberti, a commento delle affermazioni diffuse da alcuni operatori del settore dell'accoglienza - Fondazione Caritas Trieste, la Collina cooperativa sociale, Lybra, Agenzia sociale Duemilauno, Ics-Ufficio rifugiati Trieste - con cui hanno espresso preoccupazione sull'applicazione delle cosiddette riammissioni informali dei migranti in Slovenia.

"Ovviamente - commenta Roberti - esse si battono legittimamente per far in modo che i 'clienti' non manchino mai. L'invito - prosegue l'assessore -, anche se sicuramente non necessario, è quello di dare certamente maggior peso a tutti quei cittadini che dall'immigrazione non traggono alcun vantaggio e a coloro che la ritengono elemento critico del nostro territorio".

L'auspicio di Roberti è che "si continui a riammettere in Slovenia quante più persone possibili e, di più, si lavori perché quel flusso di migranti si arresti totalmente". ARC/EP/pph



In Evidenza

I più letti della settimana

  • Turismo: Bini, Pordenone Calcio a Lignano aumenterà attrattività

  • Prot. civile: Riccardi, orgogliosi per aiuto comunità Castelsantangelo

  • Covid: Riccardi, piano pandemico Asugi rafforza ospedali e territorio

  • Ambiente: Scoccimarro, lavoriamo per una regione sempre più verde

  • Montagna: Zilli, proposte sostenibili del territorio per rilancio

  • Agroalimentare: Zannier, a Caseus Veneti protagonisti i caprini Fvg

Torna su
TriestePrima è in caricamento