Lunedì, 21 Giugno 2021
Notizie dalla giunta

Milite Ignoto: Roberti, legame profondo con Trieste

Cittadinanza onoraria occasione per rinnovo memoria dei Caduti Trieste, 24 mag - "Questa giornata è scandita da tanti momenti solenni e il conferimento della cittadinanza onoraria del Comune di Trieste al Milite Ignoto è un'occasione per rinnovare la memoria e la riconoscenza a tutti i Caduti della Grande Guerra. Per Trieste assume poi una valenza profonda, non solo perché la città fu decorata con la Medaglia d'Oro al Valor Militare ma anche perché fu la città dove visse la madre del Milite Ignoto, la gradiscana Maria Bergamas, che scelse il feretro, fra undici bare anonime, poi tumulato all'Altare della Patria il 4 novembre 1921". Così l'assessore alle Autonomie locali, Funzione pubblica, Sicurezza del Friuli Venezia Giulia, Pierpaolo Roberti, a margine delle cerimonie di apertura delle celebrazioni del centenario della traslazione del Milite Ignoto all'Altare della Patria. Roberti ha partecipato in mattinata all'alzabandiera in piazza Unità d'Italia a Trieste e, nel tardo pomeriggio, alla deposizione di una corona d'alloro al Monumento ai Caduti nel parco della Rimembranza a cui seguirà la Fiaccola commemorativa che raggiungerà piazza Unità d'Italia dove avrà inizio la solenne cerimonia di conferimento della cittadinanza onoraria. "Ricordare e onorare i sacrifici e gli eroismi è segno di civiltà - ha proseguito Roberti -. Il Milite Ignoto rappresenta la memoria e la riconoscenza verso tutti i Caduti che hanno sacrificato la propria vita nella Grande Guerra. Il dramma del primo conflitto bellico è lontano ma non va mai dimenticato: dobbiamo continuare a coglierne la portata, a guardare a quegli avvenimenti tragici che portarono poi all'Unificazione d'Italia e trasferirli alle nuove generazioni. Dobbiamo continuare ad onorare la memoria dei Caduti ed esaltare i valori di pace". La Città di Trieste aderisce al progetto del Gruppo Medaglie d'Oro al Valor Militare d'Italia, sostenuto dall'Anci per celebrare il centenario della traslazione del Milite Ignoto. Il progetto punta a riconoscere in ogni luogo d'Italia la paternità del Caduto che con la 'cittadinanza onoraria' diventerà così cittadino di tutta l'Italia, entrando a far parte dei simboli che appartengono alla nostra identità nazionale. ARC/LP/ep


Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Milite Ignoto: Roberti, legame profondo con Trieste

TriestePrima è in caricamento