MINORI: TELESCA, CELEBRARE GIORNATA MONDIALE IN MODO CONCRETO

Udine, 19 nov - "L'operatività sul campo credo sia il modo migliore per celebrare la Giornata internazionale per i Diritti dell'Infanzia e dell'Adolescenza". Lo ha affermato l'assessore regionale alle Politiche sociali e alla Famiglia del Friuli Venezia Giulia Maria Sandra Telesca che ha voluto richiamare, in occasione di questa importante ricorrenza, gli interventi a favore dei minori messi in atto dalla Regione che, da sempre, ha prestato molta attenzione, sia nelle scelte legislative sia nelle politiche attive, alla tutela del mondo dell'infanzia e dell'adolescenza.

Telesca ha menzionato la delibera del 12 giugno scorso con cui sono state approvate le Linee guida per l'Affido familiare, nelle quali si sono delineati compiti e responsabilità dei soggetti che, a vario titolo, si occupano della tutela dei minori, dalla Regione ai Servizi sociali dei Comuni, alle Aziende per l'Assistenza Sanitaria (AAS), al Tribunale per i minorenni, all'associazionismo familiare.

Per sostenere la maternità e l'infanzia, la Regione mette in atto inoltre misure finalizzate a sostenere le famiglie in difficoltà, anche nei casi di mancata corresponsione dell'assegno di mantenimento dei figli minori da parte del genitore obbligato, a potenziare gli interventi socioeducativi per il sostegno del minore e della sua famiglia al fine di consentire al minore la permanenza all'interno del proprio nucleo familiare. Promuove anche interventi nei confronti delle famiglie cosiddette negligenti con figli da 0 a 11 anni, al fine di ridurre il rischio di allontanamento dei bambini dal nucleo familiare.

L'obiettivo finale è quello di consolidare i progetti già avviati e allargare la sperimentazione a livello territoriale e intervenire tempestivamente migliorando la qualità dell'intervento (Programma di intervento per la Prevenzione dell'Istituzionalizzazione).

Ulteriori azioni sono orientate a sostenere gli interventi di contrasto alla violenza sui minori (prevenzione della pedofilia), a promuovere l'istituto dell'affido, nonché potenziare la diffusione dell'affido leggero oltre che attività volte ad accrescere la rete delle famiglie disponibili ad accogliere minori in difficoltà e/o stato di abbandono, anche attraverso il sostegno delle adozioni nazionali e internazionali.

Attualmente, come ha ricordato ancora Telesca, è stato istituito un Tavolo di lavoro composto da rappresentanti della Regione, dei Consultori familiari, degli Enti autorizzati per le adozioni internazionali e della Scuola, al fine di rivedere il Protocollo sulle adozioni internazionali, risalente al 2011, e predisporre un nuovo protocollo che comprenda anche le adozioni nazionali, al quale, nel 2016, seguiranno apposite linee guida che declineranno compiti e funzioni dei soggetti a vario titolo coinvolti.

Il 20 novembre, data della Giornata internazionale per i Diritti dell'Infanzia e dell'Adolescenza, ricorda il giorno in cui l'Assemblea generale delle Nazioni Unite adottò, nel 1989, la Convenzione ONU sui Diritti dell'Infanzia e dell'Adolescenza, ratificata dall'Italia con la legge 176 del 27 maggio 1991.

ARC/Com/LP



In Evidenza

I più letti della settimana

  • Scuola: Rosolen, con zona arancione in aula le medie e 50% superiori

  • Vaccini: Riccardi, in due ore quasi 10mila prenotazioni tra 60-69 anni

  • Vaccinazioni: Riccardi, superate le 22mila adesioni nella fascia 60-69

  • Vaccini: Riccardi, 13/4 agende aperte per inoculazioni palestra Sacile

  • Semplificazione: Callari, ddl snellirà procedimento amministrativo

Torna su
TriestePrima è in caricamento