Lunedì, 21 Giugno 2021
Notizie dalla giunta

Mittelfest: Fedriga, nuova formula riporta Fvg al centro dell'Europa

Gibelli, eredità per nostri giovani. Bini, bene se festival si espande

Udine, 27 mag - "La Regione ha fortemente voluto rilanciare Mittelfest in coerenza con il ruolo che il Friuli Venezia Giulia deve avere nell'area centro europea. Siamo un punto di riferimento per innovazione, ricerca, trasporti, logistica, dobbiamo esserlo anche per la cultura".

Queste le parole con cui il governatore del Friuli Venezia Giulia Massimiliano Fedriga ha rivolto il suo saluto benaugurale alla rassegna presentata oggi e al via il 27 giugno con due novità riguardanti l'arco temporale più ampio, fino al 5 settembre, e l'estensione territoriale dal cuore di Cividale del Friuli verso le valli del Natisone e del Torre.

"Mittelfest è nato come elemento di raccordo tra popoli e lingue diverse e con questa matrice è giusto che diventi una manifestazione più stabile e coinvolgente per tutto il territorio regionale. La nuova formula di un festival diffuso risulta una scelta intelligente, che lo rende più coinvolgente e restituisce protagonismo al territorio, smarcandosi da un'idea di evento che guarda solo a se stesso" ha sottolineato Fedriga.

Il titolo di quest'anno è "Eredi", tema che per Fedriga richiama alla "responsabilità di tutti e degli amministratori in primis di guardare a quello che lasceremo, a chi verrà dopo di noi; con un'attenzione particolare anche alle opportunità economiche molto legate in questo momento all'uso corretto che sapremo fare delle risorse del Pnrr".

Alla presentazione hanno preso parte anche gli assessori regionali alla Cultura, Tiziana Gibelli, e alle Attività produttive e turismo, Sergio Emidio Bini, entrambi intervenuti ringraziando il presidente Roberto Corciulo e il direttore artistico Giacomo Pedini.

"Ci tengo a ribadire che questa Amministrazione regionale non ha mai ingerito sulle scelte dei consigli di amministrazione, dalla nomina del direttore alle scelte artistiche - ha rimarcato Gibelli -, come tengo a rinnovare la soddisfazione per la scelta di un giovane talento come Giacomo Pedini. Mi aspetto buoni risultati e sono certa che arriveranno. Nel definire questo festival voglio preferire i verbi agli aggettivi, ad esempio per creare le condizioni affinché la cultura sia parte di un'eredità per i nostri giovani; far nascere in loro la consapevolezza del bisogno di cultura e di ciò che si riceve dalla bellezza e dal patrimonio culturale. Anche questi sono compiti fondamentali sia delle Istituzioni che dei soggetti di produzione culturale e Mittelfest, grazie anche ai progetti collaterali come Mittelyoung e la Mappa Parlante, sta andando proprio in questa direzione".

Per Bini "Mittelfest ha trovato la giusta collocazione ed è un bene se la manifestazione si espande creando anche una nuova opportunità con la sezione Mittelyoung. Stiamo vivendo un momento importante di riavvio della stagione degli eventi culturali e il tema degli eredi è un bel modo per esprimere speranza e guardare al futuro. Nella nostra regione è fondamentale il connubio tra cultura e turismo; dobbiamo far conoscere ai turisti e ai corregionali le nostre eccellenze e progettare la nostra vocazione". ARC/SSA/ma



Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mittelfest: Fedriga, nuova formula riporta Fvg al centro dell'Europa

TriestePrima è in caricamento