MOBILITÀ: DOMANI CONVEGNO SU PROGETTO EA SEA-WAY ALTO ADRIATICO

Udine, 2 dic - I progetti pilota e la futura progettualità sul tema della mobilità nell'area Adriatico-Ionica saranno al centro del convegno che si terrà domani, giovedì 3 dicembre, dalle 9.00 alle 14.00 nella sede della Camera di Commercio di Trieste, in piazza della Borsa 14, e che vedrà la partecipazione dell'assessore regionale alle Infrastrutture e alla Mobilità del Friuli Venezia Giulia Mariagrazia Santoro.

Il convegno rientra nell'ambito del Progetto EA SEA-WAY, acronimo di Europe Adriatic Sea-Way, che coinvolge 19 partner di otto Paesi della costa adriatica e punta a migliorare l'accessibilità e la mobilità dei passeggeri nell'area adriatica grazie allo sviluppo di nuovi servizi di trasporto integrati e sostenibili, per un rinnovo delle infrastrutture e della rete di collegamenti fra i porti e l'entroterra adriatico.

Nella prima parte dell'evento verrà trattato il tema del Miglioramento del sistema portuale dell'Adriatico, integrazione con il retroterra e rafforzamento delle connessioni nell'area, che sarà discusso con i contributi di
- Alberto Rebucci, direttore del settore Attività produttive e Politiche comunitarie della Provincia di Ravenna;
- Patrizia Bosich del dipartimento per la Cooperazione internazionale e gli Affari europei della Regione Istriana;
- Stefania Sorze, della direzione commerciale Sistemi territoriali;
- Guido Vettorel, dell'ufficio Sviluppo, Promozione e Statistiche dell'Autorità Portuale di Ancona;
- Massimiliano Angelotti, della direzione centrale Infrastrutture, Mobilità, Pianificazione territoriale, Lavori pubblici ed Edilizia della Regione autonoma Friuli Venezia Giulia;
- Angelo Primiani, della direzione Area Quarta Politiche del Territorio e delle Infrastrutture della Regione Molise.
Quindi si parlerà dell' Osservatorio del traffico dei passeggeri nell'area Adriatico-Ionica, a cura di Walter Goruppi di Informest.

Dopo l'intervento dell'assessore Santoro seguirà la parte del convegno dedicata alla Macrostrategia Adriatico-Ionica e ai nuovi Programmi ADRION e Italia-Croazia Connected Region. Parleranno:
- Elisabetta Reja, del servizio Relazioni Internazionali e Progetti strategici della Regione autonoma Friuli Venezia Giulia, su La strategia dell'Unione Europea per la Regione Adriatico-Ionica: attuazione del Pilastro 2 Connettere la Regione;
- Ivan Curzolo, componente del team di scrittura del Programma Operativo PC CBC Italia-Croazia 2014-2020 Italia-Croazia, su Il programma e le opportunità per l'accessibilità all'area e la mobilità sostenibile delle persone.
Chiuderà i lavori la sezione Best practices & Capitalisation: scambio di esperienze con altre aree di cooperazione e azioni future nell'area Adriatico-Ionica con l'intervento di Gergely Mezo su Possibilità di navigazione nel Danubio, l'esperienza ungherese.

Il Progetto, della durata di 28 mesi, è stato approvato dal Programma di Cooperazione transfrontaliera IPA ADRIATIC CBC 2007-2013, con un finanziamento complessivo di 6,6 milioni di euro ed è capitanato dalla direzione centrale Infrastrutture, Mobilità, Pianificazione territoriale, Lavori pubblici ed Edilizia della Regione autonoma Friuli Venezia Giulia.

Specifico obiettivo della partecipazione regionale al progetto è quello di implementare i servizi marittimi internazionali passeggeri tra il Friuli Venezia Giulia, la Slovenia e la Croazia.

ARC/EP/com



In Evidenza

I più letti della settimana

  • Scuola: Rosolen, con zona arancione in aula le medie e 50% superiori

  • Vaccini: Riccardi, in due ore quasi 10mila prenotazioni tra 60-69 anni

  • Vaccinazioni: Riccardi, superate le 22mila adesioni nella fascia 60-69

  • Vaccini: Riccardi, 13/4 agende aperte per inoculazioni palestra Sacile

  • Semplificazione: Callari, ddl snellirà procedimento amministrativo

Torna su
TriestePrima è in caricamento