MONTAGNA: SERRACCHIANI, PROGETTO PER RILANCIARE PIANCAVALLO

Aviano (Pn) 16 set - "Un progetto razionale di medio-lungo respiro può rilanciare le potenzialità di Piancavallo, sistemando le criticità e ampliando le presenze turistiche su tutto l'arco dell'anno e non solo nella stagione invernale". Lo ha affermato la presidente del Friuli Venezia Giulia Debora Serracchiani al termine di un sopralluogo con l'Amministrazione comunale di Aviano guidata dal vicesindaco Sandrino Della Puppa Zorz nel corso del quale è stata condotta un'ampia panoramica su infrastrutture e strutture della frazione turistica.

Il primo punto su cui si è soffermata la presidente del Friuli Venezia Giulia è lo stato della strada che collega Aviano a Piancavallo, "l'ultimo tratto della quale dev'essere sistemato con un intervento di manutenzione. Si tratta di un'arteria comunale ma - ha precisato Serracchiani - la Regione può fare la sua parte se ce ne saranno le condizioni".

Nello specifico, si tratta di riassestare cinque chilometri di manto stradale, mentre l'Amministrazione comunale chiede supporto per le spese di sgombero della neve che ammontano a 200.000,00 euro all'anno. Per il rilancio turistico complessivo di Piancavallo, ha rilevato la presidente, "è necessario valorizzare le strutture che già esistono, anche di proprietà regionale, tra l'altro rimodernate qualche tempo fa, e altre strutture private che attualmente sono chiuse".

A oggi gli alberghi attivi a Piancavallo sono cinque. Serracchiani ha visitato l'Hotel 1301 Inn che Promotur ha affidato in gestione alla Cooperativa Piancavallo 1265 e che vanta un capacità di 99 posti letto, e le strutture sportive, tra cui il Palaghiaccio da 800 posti e l'attiguo Palasport polifunzionale.

La presidente della Regione ha apprezzato il proposito della Giunta comunale di valorizzare Piancavallo soprattutto nel periodo primavera-estate attraverso una proposta di turismo sportivo destinato ai giovani. "Un progetto che permetta di ampliare la ricettività anche fuori dal periodo invernale - ha osservato - troverà il suo contesto nel Piano strategico del Turismo".

Tra le opportunità della località in provincia di Pordenone, accanto all'ipotesi di un centro benessere, è stata indicata la valorizzazione del turismo malghivo, che conta su una superficie di 300 ettari, migliaia di ovini e 150 bovini. Da ultimo Serracchiani ha evidenziato la necessità di affrontare con attenzione il tema degli usi civici, che può essere ben affrontato in uno specifico Tavolo tecnico.

ARC/PPH



In Evidenza

I più letti della settimana

  • Vaccini: Riccardi, 13/4 agende aperte per inoculazioni palestra Sacile

  • Protezione civile: Zilli a trentesimo fondazione gruppo di Mortegliano

  • Enti locali: Roberti, condividere iter di riforma tributi immobiliari

  • Attività produttive: Bini, 1 mln a Pmi per investimenti tecnologici

  • Banda ultralarga: Fedriga, soddisfazione per completamento rete Fttx

Torna su
TriestePrima è in caricamento