Omnibus: Callari, Comuni liberi da Cuc per gestione appalti

Trieste, 28 mag - "Le amministrazioni comunali del Friuli Venezia Giulia non avranno più l'obbligo di adesione alle gare centralizzate per l'acquisizione di beni e servizi gestiti dalla Centrale unica di committenza".

È questa la principale novità contenuta nel disegno di legge multisettoriale n.93 annunciata dall'assessore al Patrimonio, Servizi generali e Sistemi informativi Sebastiano Callari nel corso dell'esame nella I Commissione del Consiglio regionale.

"Risolviamo così una criticità che affligge le amministrazioni municipali dal 2014 - ha spiegato Callari -, anno nel quale con la legge regionale 26 legata all'ordinamento delle Uti si era introdotto questo vincolo legato alla centralizzazione degli appalti, risultato nell'applicazione pratica fortemente penalizzante per gli enti locali e le pmi del territorio".

"Una volta approvato il disegno di legge - ha concluso l'assessore - le amministrazioni saranno libere di scegliere se aderire alle gare centralizzate della Cuc per l'acquisto di beni e servizi, oppure provvedere alle proprie necessità scegliendo autonomamente altre procedure". ARC/CCA/pph



In Evidenza

I più letti della settimana

  • Covid: Riccardi, a Sappada 940 abitanti sottoposti al test

  • Enti locali: Roberti, oggi parte rivoluzione finanza locale Fvg

  • Risorse agricole: Zannier, divieto concimazione terreni agricoli

  • Covid: Fedriga a opposizioni, uniti per dare risposte a comunità Fvg

  • Tpl: Pizzimenti, da Governo neanche un euro per i servizi aggiuntivi

  • Min. linguistiche: Roberti, ampliata platea bandi Resiano e varianti

Torna su
TriestePrima è in caricamento