PASOLINI: SERRACCHIANI, ONORIAMO VEGGENTE E CRITICO DEL PRESENTE

Trieste, 2 nov 2015 - "Il miglior tributo che possiamo rendere a Pasolini dev'essere la riconoscenza per la sua grandezza d'artista, nel senso più profondo, come creatore di mondi possibili, veggente e critico del presente, maestro di rigore".

Così la presidente della Regione Friuli Venezia Giulia Debora Serracchiani ha ricordato Pier Paolo Pasolini, oggi a Pordenone, a margine dell'evento speciale organizzato dal Teatro Verdi di Pordenone per i 40 anni dalla morte dello scrittore.

"Da autentico grande artista - ha continuato Serracchiani - Pasolini seppe trasformare le contraddizioni insanabili della vita, le sofferenze e gli amori più appassionati in un'opera che vive qui e ora ma che ha la forza di lanciarsi oltre la quotidianità, anche quando la materia che gli ribolle tra le mani è la politica".

"Il Friuli ha dato le radici a un autore che si è aperto al mondo arricchendolo, in questa terra è sbocciata la sua poesia e qui sono tornati i suoi resti: nel compiersi di questo ciclo, come nel mistero della sua morte 40 anni or sono, gli uomini e le istituzioni della regione si inchinano e lo onorano".

ARC/Com



In Evidenza

I più letti della settimana

  • Finanze: Zilli, investimento Friulia in Bic è strategico e crea volano

  • Friulano: Roberti, pressing su Governo per più friulano in Rai

  • Banda ultralarga: Fedriga, soddisfazione per completamento rete Fttx

  • Enti locali: Roberti, condividere iter di riforma tributi immobiliari

  • Attività produttive: Bini, 1 mln a Pmi per investimenti tecnologici

  • Vaccini: Fedriga-Riccardi, da domani prenotazioni anche via web

Torna su
TriestePrima è in caricamento